Pubblicato il: 26 Maggio 2017 alle 19:13

AttualitàGrosseto

“Difendiamo gli indifesi”: oltre 4mila firme per la petizione sulla videosorveglianza in asili e case di riposo

In questi giorni particolarmente intensi per le famiglie dei piccoli dell’asilo nido ‘Albero azzurro’ ho volutamente scelto di rispettare il loro dolore e la loro profonda indignazione: se lo vorranno sarò al loro fianco anche fisicamente nelle prossime iniziative come lo sono e lo sono stato fin da subito moralmente“.

A dichiararlo è Sergio Campo, dell’associazione Niccolò Campo e promotore della petizione “Difendiamo gli indifesi” per l’introduzione dei sistemi di videosorveglianza negli asili e nelle case di riposo.

“Mi piace ricordare come la gente di Maremma abbia voluto manifestare con grande fermezza e forza di volontà il proprio affetto e la propria voglia di far qualcosa di concreto – spiega Campo -. Questa enorme energia ha fatto sì che la nostra petizione abbia superato le 4.000 firme raccogliendo la presenza di persone di tutte le età, di varie nazionalità, di varie religioni e di varie idee politiche. Ci tengo a ribadire come la nostra iniziativa sia stata e continui ad essere assolutamente apartitica“.

“Questa iniziativa, unitamente ad altre, è riuscita a far smuovere la ‘politica’, fino a far approvare alla Camera un disegno di legge che segna un punto di partenza fondamentale per arrivare ad una doverosa tutela degli indifesi.
Proprio per questo voglio rivolgere un invito, quasi una preghiera alla politica di qualsiasi colore, ripeto di qualsiasi colore essa sia…..Voi che avete accesso ai corridoi, alle salette, alle sale, alle aule dei palazzi del potere impegnatevi al massimo affinchè quella legge venga approvata definitivamente prima che vengano sciolte le Camere – conclude Campo -. Sembra ormai che da mesi l’unico argomento sia l’infinita campagna elettorale in atto; ecco, voi che potete, voi che siete dentro al ‘Potere’, fate che le migliaia di persone che già hanno fortemente espresso la ferma volontà di avere una maggiore tutela degli indifesi possano vedere che tutto ciò diventi realtà. E’ una corsa contro il tempo e noi semplici cittadini non possiamo correre questa gara….fatelo voi per noi, fatelo voi che siete espressione di noi”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su