Agricoltura

Agricoltura sana, ambiente e prevenzione delle malattie: se ne parla in un seminario online

L'appuntamento è in programma sabato 20 febbraio, alle 17

L’agricoltura e la trasformazione dei prodotti agricoli sono sistemi produttivi della società, che interagiscono con l’ambiente, la salute, l’economia ed hanno un ruolo centrale nella creazione di benessere per tutte/i i cittadini/e”.

A dichiararlo, in un comunicato, sono Silvano Brandi ed Elio Irudal, di Attac Grosseto.

“Nell’agricoltura, fin dopo la seconda guerra mondiale, vi è stata una notevole trasformazione nel modo di produrre, passando da un’agricoltura contadina ad un’agricoltura di tipo industriale e speculativa. I cittadini hanno cambiato così il loro modo di alimentarsi. Tutto questo ha creato problemi sociali, di inquinamento, di dissesto idrogeologico e di trasformazione del territorio anche dal punto di vista paesaggistico – continua la nota -. Oggi vi è una nuova attenzione a questo settore da parte dei giovani e non solo, sulla stampa sempre di più appaiono articoli sull’agroalimentare. Questo dibattito non affronta però in modo approfondito questo tema e ne produce una visione parziale.

“Per questo abbiamo deciso di organizzare un seminario, partendo dall’A-B-C dell’agricoltura, per dare voce a chi di agricoltura se ne occupa tutti i giorni – prosegue il comunicato -. Il tema scelto è: ‘Un’agricoltura sana per la salvaguardia dell’ambiente e prevenzione delle malattie’. Il seminario si terrà sabato 20 febbraio alle ore 17 – prosegue il comunicato -. I relatori sono Jacopo Goracci, dirigente dell’azienda agricola Tenuta di Paganico, e Maurizio Pascucci, dirigente dell’associazione di produttori ‘Fior di Corleone’ (Palermo). Il dibattito verterà sui seguenti temi: agricoltura intensiva e agricoltura estensiva; agricoltura tradizionale e agricoltura biologica; commercializzazione dei prodotti agricoli e gestione dei territori confiscati alla mafia. Al termine degli interventi dei cittadini, le conclusioni saranno tenute da Monica Di Sisto, vicepresidente di Fairwatch, osservatorio su commercio internazionale e clima, giornalista professionista ed esperta di commercio ed economie trasformative, firma delll’agenzia Askanews e del giornale Il Manifesto. E’ tra i fondatori di Comune-info.net, ha insegnato Modelli di sviluppo economico alla facoltà di Scienze sociali della Pontificia Università Gregoriana e Advocacy per il terzo settore all’università Luiss“.

Per partecipare e ricevere il link della riunione, è possibile scrivere all’indirizzo e-mail: brandi.silvano3@gmail.com.

Potranno partecipare i primi 94 cittadini che lo richiedono, si raccomanda la massima puntualità.

L’associazione denominata “Fior di Corleone” nasce per la promozione, la valorizzazione e la tutela dei produttori onesti del territorio corleonese. Si pone la finalità di essere uno strumento di affermazione e sviluppo, cultura e onestà dei produttori aderenti, nonché della tipicità, qualità e genuinità dei loro prodotti, del loro rispetto di scelte fatte nel percorso lavorativo, sia in ambito cooperativo che privato.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button