Notizie dagli Enti

Sciopero di 24 ore: possibili ritardi e cancellazioni dei bus di Autolinee Toscane

Indetto da Cobas e Fast Confsal. Previste due fasce di garanzia

Lunedì 10 ottobre i bus di Autolinee Toscane potrebbero subire ritardi o cancellazioni di corse a causa di due scioperi aziendali di 24 ore proclamati rispettivamente da Cobas Lavoro Privato e Fast Confsal.

Durante la giornata di sciopero sono previste due fasce orarie di garanzia del personale viaggiante, differenti in ogni provincia della Toscana e sulla base di accordi sindacali presi con le precedenti aziende.

In provincia di Grosseto il servizio sarà garantito nelle seguenti fasce orarie: dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 12.30 alle 15.30.

Per operai ed impiegati (compresi quelli delle biglietterie) lo sciopero è previsto per l’intero turno di lavoro.

Fuori da queste fasce di garanzia la regolarità del servizio dipenderà dal grado di adesione allo sciopero. La percentuale di adesione all’ultimo sciopero ad Autolinee Toscane del 16 settembre scorso – nazionale di 8 ore da parte di Filt Cgil-Fit Cisl-Uiltrasporti-Faisa Cisal Trasporti-Ugl Fna e di 4 ore aziendale di Fast Confsal Slm – è stata del 44,6%.

Per informazioni si invitano i passeggeri a consultare il sito www.at-bus.it, oppure a chiamare il numero verde di Autolinee Toscane 800.142424 (dal lunedì alla domenica, dalle 6 alle 24). Si possono anche seguire le informazioni pubblicate sui canali social dell’azienda: Twitter: @AT_Informa ; Facebook: Autolinee Toscane.

Lo sciopero è stato indetto per denunciare l’organizzazione dell’orario di lavoro non efficiente, differenze salariali, carenza di relazioni industriali, mancata consegna del prospetto paga e del sistema informatico e comunicativo aziendale sul pagamento delle spettanze tuttora inefficiente.

 

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button