Attualità

“Schedine alloggiati”, l’appello della Questura alle strutture ricettive: “Effettuate le comunicazioni”

La Polizia di Stato, come noto, ha avviato dal 2009 sul territorio nazionale, in applicazione dell’art.109 del Tulps e dei successivi aggiornamenti normativi, una procedura informatizzata per la gestione dei dati delle persone alloggiate nelle strutture ricettivo – alberghiere e nelle locazioni private fino a 30 giorni, più comunemente dette “schedine alloggiati”.

Pertanto, con l’approssimarsi della stagione estiva e con l’auspicabile riavvio del turismo nel nostro territorio, la Questura di Grosseto invita i titolari delle attività ricettive, i proprietari di appartamenti privati e le agenzie immobiliari, laddove non abbiano ancora provveduto, a registrarsi sul portale, per effettuare le comunicazioni previste per legge e quindi non incorrere nelle sanzioni di natura penale.

Le associazioni di categoria sono invitate a sensibilizzare in modo capillare i propri iscritti a censirsi in banca dati e/o verificare la validità delle credenziali (alcune strutture ricettive pur risultando attive sul sistema alloggiati web non trasmettono le schedine alloggiati) per inviare le schedine alloggiati.

Di seguito si sintetizzano per le categorie produttive interessate della media e piccola impresa le modalità per aderire alla procedura.

I gestori di strutture ricettive devono effettuare la comunicazione telematica delle persone alloggiate, divenuta obbligatoria dal gennaio 2013, utilizzando un collegamento internet in modo gratuito al servizio alloggiati web della Questura di Grosseto (Sito https://alloggiatiweb.poliziadistato.it, Pec alloggiatiweb.gr@pecps.poliziadistato.it).

Per aderire a tale servizio occorre ottenere, prima di tutto, le credenziali di accesso, quindi il titolare dell’esercizio ricettivo (o il legale rappresentante) oppure il proprietario di appartamento locato fino a 30 giorni oppure l’agenzia immobiliare (o property manager) dovrà presentarsi alla Questura di Grosseto, in piazza Palatucci, allo sportello Front office situato al piano terra, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.00, oppure alle relative associazioni di categoria per coloro che ne sono iscritti, e consegnare il modulo della domanda, che potrà scaricare in versione Pdf dalla pagina di informazioni della Questura di Grosseto (https://questure.poliziadistato.it/it/Grosseto/articolo/alloggiati), allegando la fotocopia del documento d’identità e copia della licenza dell’esercizio ricettivo oppure della Dia o autorizzazione Suap.

La domanda potrà essere anche inoltrata tramite posta elettronica oppure posta elettronica certificata (Pec) all’indirizzo alloggiatiweb.gr@pecps.poliziadistato.it.

Ulteriori informazioni sono disponibili nella pagina della Questura di Grosseto, all’indirizzo internet: https://questure.poliziadistato.it/it/Grosseto/articolo/alloggiati.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button