Pubblicato il: 9 Marzo 2013 alle 18:07

Colline MetallifereCronaca

Scarlino: ladri in azione in un capannone della zona artigianale. Arrestati zio e nipote per furto

Erano le 15.30 di ieri quando, ai Carabinieri di Massa Marittima, è stata segnalata la strana presenza di un autocarro nella zona artigianale di Scarlino, in località La Botte.

Il mezzo era stato parcheggiato nei pressi di una strada che costeggia la ferrovia, lungo la recinzione di alcuni capannoni adibiti a magazzino di proprietà di una ditta di import-export di un imprenditore romano.

Quando i Carabinieri sono giunti sul posto hanno trovato due uomini che caricavano sull’autocarro merce proveniente dai capannoni, le cui pareti erano state squarciate con dei coltelli: bistecchiere, batterie di pentole, set di coltelli, suppellettili, piccoli elementi di arredo, oggettistica e casalinghi di vario genere sono tutti gli oggetti trafugati. Sul mezzo c’erano già 20 colli, per un valore di circa 3000 euro.

Protagonisti di questa vicenda 2 giostrai di Gavorrano, zio e nipote, rispettivamente di 40 e 24 anni, con diversi precedenti per ricettazione, porto abusivo di armi, furto e furto in abitazione.

Accusati di furto aggravato in concorso, stamani sono stati processati per direttissima.

Lo zio è stato condannato a sei mesi di reclusione, mentre il nipote a quattro mesi con la condizionale.

Il furgone con cui è stato compiuto il furto era di una terza persona risultata completamente all’oscuro dell’accaduto.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su