Pubblicato il: 8 Febbraio 2013 alle 15:42

CronacaGrossetoIn evidenza

Ruba in una discoteca di Grosseto, ma viene tradito da una cassa

Due casse acustiche, uno schermo al plasma, un lettore dvd, alcuni oggetti da bar e ventidue bottiglie di alcoolici, per un valore che oscilla tra i 7 e gli 8mila euro.

E’ il bottino di un furto realizzato lo scorso 12 gennaio ai danni di una discoteca nella zona sud di Grosseto.

Adesso, il protagonista del colpo ha un volto: si tratta di un uomo di 37 anni, residente a Grosseto, ex dipendente del locale e incensurato.

La mattina successiva al furto, un dipendente della ditta di pulizia che svolge il proprio servizio nella discoteca ha notato che erano state trafugate le casse e che dal bar mancavano un bel po’ di bottiglie.

Gli agenti della Questura di Grosseto, giunti immediatamente sul posto, hanno accertato che le porte e le finestre del locale non presentavano segni di forzature o effrazioni, quindi, hanno messo in moto la macchina investigativa per scoprire il colpevole.

Nei giorni successivi, l’autore del furto ha ceduto per trecento euro una delle casse rubate ad un uomo della provincia di Grosseto, appassionato di musica e che gravita fra alcuni locali da ballo del territorio.

Dopo aver acquistato l’impianto, l’uomo ha notato che alla cassa mancava un pomello e sembrava difettosa, quindi ha deciso di portarla da un commerciante del settore per farla riparare.

Il proprietario del negozio, appena visto l’oggetto, ha riconosciuto la cassa, ha affermato che era stato lui stesso a venderla alla discoteca in cui è stato realizzato il colpo e che non era affatto danneggiata: il pomello era stato tolto semplicemente per far sì che l’apparecchio diffondesse un volume di musica entro lo standard consentito dalle normative in materia di locali notturni.

A quel punto, il proprietario della cassa, dopo aver avuto conferma da parte del titolare del locale che quell’oggetto era stato effettivamente rubato, è andato in Questura a sporgere denuncia.

Le forze dell’ordine sono così risalite all’autore del colpo che è stato fermato e, dopo qualche esitazione, ha confessato il misfatto.

Il 37enne ha spiegato che era stato licenziato dopo aver lavorato per un breve periodo nella discoteca, in cui aveva svolto differenti mansioni, ed aveva volutamente tenuto con sé le chiavi del locale.

La notte del 12 gennaio era potuto così entrare all’interno della sala da ballo e aveva compiuto il furto, una sorta di atto di ritorsione nei confronti di chi aveva deciso di troncare il suo rapporto lavorativo.

Gli agenti hanno successivamente perquisito l’appartamento in cui abita l’uomo e tra il garage e la sua camera hanno ritrovato tutta la refurtiva sottratta.

Il 37enne è stato denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di furto.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su