GrossetoScuola

Robocup, ora Grosseto vuole anche il titolo tricolore

Dopo il trionfo iridato, l’Iti adesso vuole anche quello tricolore. I campioni del mondo di robocup del Polo tecnologico Manetti-Porciatti di Grosseto saranno il 16 e 17 marzo a Roma per conquistare il titolo italiano. La decima edizione di RomeCup metterà in mostra il meglio della robotica italiana e l’Istituto Manetti di Grosseto, campione iridato nel 2014 in Brasile, parteciperà in una delle tre sezioni della manifestazione capitolina, in quella delle competizioni che completa la kermesse con la sezione dimostrativa e quella dei laboratori per le scuole.

“L’obiettivo è ambizioso – ammette il professor Daniele Dattrino, l’insegnante che si occupa del progetto robotica – perché oltre a vincere gli italiani vogliamo un posto ai prossimi mondiali di Lipsia dove poter difendere il titolo conquistato nel 2014”. A Roma sono due le squadre portacolori dell’istituto grossetano composte da Dino Sugaroni e Andrea Berti (4 Elettronica), Diego Boccia e Mattia Casamenti (3B Informatica), Paolo Martini (2°A) e Mirco Schiattarella (1°A), accompagnate dal professor Dattrino che nell’ottobre scorso sempre a Roma, nel contesto del Global Junior Challenge, è stato giudicato il miglior insegnante innovatore d’Europa. Nella capitale sono attesi oltre 5mila studenti da tutta Italia, aziende, università e centri di ricerca per far conoscere le potenzialità della robotica per il futuro del Paese.

Ma non sarà l’unico evento a cui parteciperanno le squadre grossetane perché contemporaneamente alla RomeCup saranno celebrate le prime “Olimpiadi nazionali di Robotica Educativa”, indette dal Ministero e dedicate agli studenti della scuola secondaria di secondo grado. “Per quanto ci riguarda – aggiunge Dattrino – presenteremo alla commissione giudicatrice i robot calciatori ai quali allegheremo tutta la documentazione tecnica necessaria; il giudizio sarà espresso sugli aspetti tecnologici, innovativi e della didattica del nostro lavoro, il cui esito sarà reso noto in primavera a Parma”.

A proposito di primavera, le squadre dell’Istituto Manetti-Porciatti saranno impegnate dal 29 marzo al 3 aprile a Eindhoven in Olanda per tentare la conquista del titolo agli European Open. “Sono molto soddisfatta dei risultati che l’Istituto ha conseguito nel corso degli anni e auguro agli alunni di raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati – conclude il dirigente scolastico Antonella Baffetti – Stiamo investendo molto nell’innovazione e nelle nuove tecnologie per offrire agli studenti percorsi più moderni e rispondenti a quelle che sono le richieste di un mondo del lavoro sempre più esigente e specializzato. Non è un caso che il 43,7% dei diplomati riesce a trovare un lavoro a un anno dal diploma e il 30% si orienta verso gli studi universitari”.

Continua a leggere

Un commento

  1. Quando il Prof. Dattrino capito’ qualche anno fa all’ITI Manetti-Porciatti proveniente dal Nord Italia, a noi docenti tecnici piu’ anziani della vecchia guardia e alla soglia della pensione sembro’ un marziano capitato sulla terra. Ci sbagliavamo, era un Robot. Sto scherzando, ovviamente, e complimenti a questo appassionato e dinamico collega che si e’ fatto valere e ha fatto conoscere la nostra Scuola ben al di la’ dei confini locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button