AgricolturaGrosseto

Rete agricola di qualità, prima riunione in Prefettura: “Strumento per combattere l’illegalità”

Tutti i partecipanti hanno condiviso all’unanimità le iniziative proposte

Questa mattina, nel Palazzo del Governo di Grosseto, si è riunita per la prima volta la sezione territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità, la cui costituzione era stata formalizzata il 24 luglio scorso.

Alla presenza delle diverse autorità istituzionali del territorio provinciale competenti per materia – il direttore provinciale dell’Inps, il capo dell’Ispettorato territoriale del lavoro e il responsabile territoriale dell’Inail, nonché delle organizzazioni sindacali e delle associazioni di categoria -, il prefetto di Grosseto, Cinzia Torraco, ha accolto i partecipanti, spiegando che la seduta odierna segna anche concretamente l’avvio operativo della sezione territoriale.

“Entro tale cornice, quindi, in via preliminare, il prefetto ha ritenuto opportuno ricordare che l’attività della sezione territoriale ricade nella competenza diretta dell’Inps, ma, al tempo stesso, che, in una prospettiva di leale collaborazione interistituzionale, la Prefettura assicura tutto il proprio necessario supporto alla Rete per il più funzionale raccordo operativo tra gli attori diversamente interessati – si legge in una nota della Prefettura -. Dalla discussione sviluppatasi tra gli intervenuti, sono progressivamente emerse, quali prime iniziative preventive, attuative della Rete a livello territoriale, sia la preparazione di un opuscolo divulgativo plurilingue destinato ai lavoratori stranieri più direttamente esposti ai fenomeni di lavoro irregolare in agricoltura sia l’organizzazione di incontri formativi, presso le strutture temporanee di accoglienza per richiedenti asilo, a cura di un team interistituzionale di funzionari pubblici, cui resti affidato il compito di sensibilizzare gli ospiti dei centri di accoglienza a un corretto orientamento informativo in materia di lavoro, sicurezza e legalità“.

Tutti i partecipanti hanno condiviso all’unanimità le iniziative proposte, impegnandosi a favorire, ciascuno secondo il proprio ruolo, il raggiungimento degli obiettivi assunti dalla sezione territoriale.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button