Pubblicato il: 25 Settembre 2018 alle 12:37

AmiataAttualitàCucina

“Osterie d’Italia”: due ristoratori maremmani nella guida di Slow Food

Sull’Amiata, si sa, si vive bene e si mangia bene, nel rispetto dell’ambiente, delle tradizioni rurali e delle produzioni di qualità. Una importante conferma arriva dall’assegnazione delle prestigiose chiocciole di Slow Food a due ristoratori di Castel del Piano e di Arcidosso, l’Antica fattoria del Grottaione e l’Aiuole“.

È raggiante il sindaco di Arcidosso e presidente dell’Unione dei Comuni dell’Amiata grossetana, Jacopo Marini.

“Un grande riconoscimento che premia il lavoro dei due ristoratori che per dedizione, ricerca e capacità hanno saputo incarnare al meglio quel modello di osteria che combina con equilibrio radici, semplicità, buon gusto, accoglienza e prezzo. Mi permetto di allargare i ringraziamenti a tutti i ristoranti della montagna che traggono la loro forza dalla volontà di saper ben rappresentare storia e cultura enogastronomica della nostra comunità. Essere scelti da Slow Food ed essere stati inseriti per i meriti acquisiti nella guida delle osterie d’Italia, giunta alla ventinovesima edizione, è un grande onore, anche alla luce del fatto che sono state 1617 le insegne recensite. Tutti – conclude il sindaco Jacopo Marinine debbono essere orgogliosi“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su