Colline MetallifereCultura & Spettacoli

“Lirica in Piazza”: ecco come richiedere il rimborso degli spettacoli annullati

Prima del lockdown numerose persone avevano già acquistato i biglietti per assistere alle opere del cartellone

A causa dell’emergenza sanitaria Covid – 19 ad agosto non si sono potute eseguire le consuete grandi opere della rassegna “Lirica in Piazza” a Massa Marittima, che ogni anno richiamavano migliaia di spettatori e appassionati.

Al loro posto sono stati organizzati spettacoli musicali di ridotte dimensioni e in luoghi caratteristici della città. Un format quindi molto diverso e adattato ai protocolli sanitari, che è era stato intitolato “Aspettando Lirica in Piazza”.

Nel programma originario della manifestazione, prima del loro annullamento, erano previste tre serate: il 3 agosto doveva andare in scena il “Don Giovanni” di Wolfgang Amadeus Mozart, il 4 agosto “Bolero” di Maurice Ravel e i “Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo, e il 5 agosto la “Traviata” di Giuseppe Verdi.

Prima del lockdown numerose persone avevano già acquistato i biglietti per assistere alle opere del cartellone della 35esima edizione di “Lirica in Piazza”. Da oggi è possibile richiedere il rimborso in denaro (tramite riaccredito sulla carta di credito utilizzata per l’acquisto oppure bonifico in caso di acquisto in negozio).

Quindi tutti coloro che hanno acquistato un biglietto per le opere annullate di “Lirica in Piazza” hanno tempo fino al 20 settembre per ottenere il rimborso cliccando al link https://www.ticketone.it/campaign/it/covid-19/?affiliate=ITT e seguendo la procedura di rimborso in base a dove è stato acquistato il biglietto (punto vendita o sito internet/call center).

E’ possibile verificare le informazioni della scadenza della richiesta dei rimborsi negli eventi di agosto dove è presente “Lirica in Piazza” (cercare i titoli singoli per chi ha acquistato il biglietto del singolo spettacolo e “Lirica in Piazza” per chi ha acquistato gli abbonamenti, scegliendo poi la tipologia di abbonamento acquistata), con la definizione “annullato”. I tempi del riaccredito della cifra potrebbero durare svariate settimane, a partire dal 20 settembre in poi.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button