Pubblicato il: 29 Giugno 2020 alle 10:56

Politica

Inceneritore, Rifondazione Comunista: “Preoccupanti dichiarazioni di Giani e Salvini”

Come Rifondazione Comunista della provincia di Grosseto siamo profondamente preoccupati per le parole del segretario della Lega Matteo Salvini che, in visita a Follonica, ha confermato che ‘Noi come Lega siamo a favore degli impianti di nuova generazione’“.

A dichiararlo, in un comunicato, è la federazione di Grosseto di Rifondazione Comunista.

“Una dichiarazione che chiarisce tanti dubbi e fa capire come Salvini sia a favore dell’incenerimento – continua la nota -. Se poi il sito debba essere in Maremma (a Scarlino) o in altri luoghi non è al momento lecito saperlo. Inoltre, la dichiarazione di Salvini nella sua visita a Follonica si sposa perfettamente a quella del candidato del Pd alle regionali, Eugenio Giani, cioè l’ormai famosissimo ‘Se scelgo un sito vo’ a dritto con i carri armati’. Le due prese di posizione a favore dell’incenerimento non fanno ben sperare a noi maremmani, che un inceneritore, seppur vecchio, ce l’abbiamo in casa a Scarlino. Di altro tenore e ben più netta la posizione del nostro candidato alla presidenza della Regione Toscana Tommaso Fattori (della lista unitaria Toscana a Sinistra) che si dichiara fermamente contrario non solo all’inceneritore di Scarlino, ma anche all’incenerimento come metodo di gestione del ciclo dei rifiuti“.

“Nel programma di Fattori, infatti, non si parla semplicemente di non costruire impianti, ma si afferma di dover ristrutturare l’intera filiera di produzione dei beni di consumo e del recupero e riciclaggio dei materiali, che impedisca di fatto la presenza di rifiuti e che renda inutile la costruzione di inceneritori. Ricordiamo, e non è un dettaglio, che la raccolta differenziata spinta e il recupero dei materiali aumenterebbero anche il numero di addetti nel comparto e quindi favorirebbero la crescita dell’occupazione, al contrario di quanto avviene per gli impianti di incenerimento – termina il comunicato -. Per questa ragione continuiamo a ritenere importante opporsi ai carri armati di Giani e alle ruspe di Salvini, per costruire una regione al servizio delle persone, del lavoro, della salute e dell’ambiente, sostenendo la candidatura di Tommaso Fattori alla presidenza della Toscana“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su