Integrazione dei canoni di locazione, riaperto il bando del Comune: come presentare domanda

A partire da oggi e fino al 5 ottobre, sono riaperti i termini per presentare domanda di contributo per l’integrazione del canone di locazione, ai sensi dell’art. 11, comma 8, della legge n. 431 del 9 dicembre 1998, alle condizioni e sulla base dei requisiti fissati nel bando pubblicato sul sito del Comune di Monte Argentario, al link www.comunemonteargentario.gov.it.

Il bando è destinato alla formazione della graduatoria di beneficiari per l’anno 2018, a cui sono destinate le somme del fondo nazionale che saranno rese disponibili secondo i criteri e la ripartizione finanziaria, stabiliti con specifica deliberazione della Giunta regionale della Toscana, integrate da apposita compartecipazione comunale.

Possono partecipare al bando i soggetti che, alla data di pubblicazione nonché al momento della pubblicazione della graduatoria definitiva, sono in possesso dei seguenti requisiti: essere cittadino di altro Stato non aderente all’Unione Europea a condizione che sia titolare di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno ed esercitino regolare attività lavorativa; essere residente, oltre che nel Comune di Monte Argentario, anche nell’alloggio per il quale si richiede il contributo; essere titolare di un contratto di affitto esclusivamente ad uso abitativo regolarmente registrato ed in regola con il pagamento annuale dell’imposta di registro; non essere assegnatario di alloggio di Edilizia residenziale pubblica; non essere locatario di un alloggio appartenente alle categorie catastali A/1 (abitazione ad uso signorile), A/8 (ville) e A/9 (palazzi con pregi artistici e signorili); non essere titolare, assieme al proprio nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su immobili ad uso abitativo ubicati nel territorio italiano o all’estero; non essere titolari di altro beneficio pubblico erogato a titolo di sostegno abitativo; assenza di titolarità da parte dei componenti il nucleo familiare di beni mobili registrati il cui valore complessivo sia superiore a 25.000,00 euro, ad eccezione dei casi in cui tale valore risulti superiore.

Al suddetto limite per l’accertata necessità di utilizzo di tali beni per lo svolgimento della propria attività lavorativa; avere una certificazione Ise/Isee, riferita al proprio nucleo familiare, dalla quale risulti un reddito Ise non superiore a 28.470,83 euro; avere un valore Ise del nucleo familiare di importo non inferiore al canone di locazione pagato salvo le deroghe di cui all’art. 2; avere una certificazione con valore Ise non superiore a due pensioni minime Inps calcolato ai sensi del Dpcm del 5 dicembre 2013 n.159, pari a 13.192,92 euro, rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14% (fascia A); avere una certificazione con valore Ise compreso tra 13.192,92 euro (due pensioni minime Inps) e 28.470,83 euro, nonché un valore Isee non superiore a 16.500,00 euro e un’incidenza del canone di locazione non inferiore al 24% (fascia B).

Il termine ultimo per presentare le domande al Comune di Monte Argentario è fissato al 5 ottobre, alle 12.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top