Pubblicato il: 30 Maggio 2019 alle 13:38

Colline MetallifereFollonicaPolitica

Elezioni, i sindaci Pd: “Dalla Lega considerazioni irrazionali, gli elettori sono maturi”

"La valutazione che il signor Ulmi, offre, oltre che dimostrarsi sbagliata, è astiosa"

I cittadini italiani sono elettori maturi e concreti. La distinzione sulla tipologia di voto, con il cuore, con la testa, con il portafoglio affrontata dal signor Ulmi, segretario della Lega a Grosseto è, certamente, un giudizio offensivo sulla capacità critica degli italiani”.

A dichiararlo, in un comunicato, sono i sindaci Giacomo Termine (Monterotondo Marittimo), Francesco Limatola (Roccastrada), Federico Balocchi (Santa Fiora), Andrea Benini (Follonica) e Andrea Biondi (Gavorrano).

“Eppure i due voti, quello alle europee, che ha premiato la Lega, e quello amministrativo, che ha premiato i sindaci di centrosinistra, hanno radici simili e, in qualche modo, si somigliano – continua la nota -. Sono entrambi basati su giudizi: l’uno sui temi e sui metodi messi in agenda a livello nazionale da Salvini, l’altro sulle capacità dei sindaci in gran parte al secondo mandato. Non è un caso. A Salvini e, ricordiamolo, al Paese tutto, gli italiani hanno detto che non bastano pochi mesi per valutare un Governo e che, però, condividono, più degli altri partiti, i comportamenti del leader della Lega. Hanno detto anche, togliendo voti ai 5 stelle, che la loro scelta non è ‘per sempre’, ma basata su valutazioni concrete, su risultati e non solo su promesse“.

“Un voto consapevole che ha trovato il suo sbocco naturale nelle elezioni amministrative ancor più, inevitabilmente, concrete e vicine – proseguono i sindaci.Noi sindaci e consiglieri eletti non siamo persone lontane, ma vicini di casa, cittadini come loro, paesani. E le azioni e i progetti realizzati sono visibili fuori dalla porta di casa.  La valutazione è stata spontanea e appassionata. Abbiamo sentito l’affetto e il trasporto, la spinta di sostegno per i prossimi cinque anni“.

“La valutazione che il signor Ulmi, segretario della Lega a Grosseto, offre, oltre che dimostrarsi profondamente sbagliata, è astiosa, irrazionale, ingiusta, non rispetta tutti gli elettori e in particolare quelli che hanno votato Lega, bollati come banderuole al soldo di interessi locali – termina il comunicato -. Rifletta Ulmi, se vuole. Noi lo facciamo e rispettiamo le scelte dei cittadini anche quando votano per altri partiti, cerchiamo di comprendere gli errori compiuti e quale sia la strada da imboccare per recuperare un legame delle persone con il centrosinistra e tornare a guadagnare la loro fiducia anche a livello nazionale“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su