Agricoltura

Torna la rassegna dei vini dei parchi e delle aree protette: ecco come partecipare

L'iniziativa è organizzata da Legambiente in collaborazione con Federparchi

A Rispescia, nel cuore della Maremma toscana, torna l’appuntamento con la terza edizione della rassegna-degustazione nazionale dedicata ai vini dei parchi e delle aree protette organizzata da Legambiente, in collaborazione con Federparchi.

Legambiente considera da sempre la crescita delle aree protette come un obiettivo fondamentale per il nostro Paese. Le aree protette rappresentano, per l’associazione, la risposta organizzativa e istituzionale più adeguata per proteggere paesaggi ed ecosistemi delicati e ricchi di biodiversità di cui l’Italia è custode e sono, al contempo, uno strumento formidabile di sviluppo locale equilibrato e sostenibile in settori importanti per l’economia del Paese, come la bio-economia, il turismo, la gestione dei beni culturali e la manutenzione del territorio. Promuovere una rassegna come quella dei vini dei parchi ha appunto questo scopo: valorizzare le aree protette e le loro peculiarità con una particolare attenzione alle identità territoriali.

La rassegna anche quest’anno vedrà protagonisti tutti coloro che decideranno di far conoscere il proprio prodotto al grande pubblico. Una commissione appositamente costituita, composta da docenti del Disaaa dell’Università di Pisa, enologi e sommelier professionisti, selezionerà, in degustazione cieca, i vini pervenuti nelle categorie: vini bianchi, vini rossi, vini dolci. La rassegna avrà il suo focus in occasione di “Parchi a Tavola”, la rassegna nazionale dei prodotti tipici dei Parchi che verrà organizzata in occasione della trentatreesima edizione di Festambiente, che si terrà dal 18 al 22 agosto 2021, durante la quale verranno premiati i migliori vini per categoria.

“Siamo molto lieti di promuovere questa iniziativa per raccontare, attraverso le eccellenze vitivinicole, le peculiarità e le caratteristiche dei parchi e delle aree protette di tutto il territorio nazionale. L’invito a partecipare – dichiara Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – è rivolto a tutti i produttori che, con impegno e dedizione, lavorano per mettere in bottiglia vini di qualità, rispettando l’ambiente e valorizzando i territori. Partecipare alla rassegna organizzata da Legambiente rappresenta una vetrina importante per consentire alle produzioni realizzate in aree protette di essere valorizzate e ancor di più conosciute e riconosciute”.

Per partecipare, telefonare allo 0564.48771 o scrivere una mail a info@festambiente.it. Il termine ultimo per l’invio dei campioni è fissato entro e non oltre il 18 giugno 2021, pena l’esclusione dalla rassegna.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button