AttualitàGrosseto

Fiat 500, successo per il raduno di auto d’epoca: gli equipaggi sfilano sulle mura

Domenica mattina si è svolto, in una splendida cornice di pubblico, il raduno di Fiat 500 d’epoca “Città di Grosseto”.

L’evento, organizzato dal coordinamento di Grosseto del Fiat 500 Club Italia, con il patrocinio del Comune di Grosseto e dell’istituzione le Mura, ha visto la partecipazione di ben 75 equipaggi provenienti in buona parte da fuori provincia.

Numerosi i modelli di pregio storico presenti alla rassegna: dal raro modello D, con le portiere controvento, alla Gamine, l’elegante spider in stile retrò elaborata dalla carrozzeria Vignale, fino alla cosiddetta Giardiniera, una 500 “allungata” che si può definire la station wagon degli anni ’60. Non sono mancati modelli dal cuore spiccatamente sportivo ed anche più semplicemente Fiat 500 che continuano a muoversi ogni giorno per le strade delle città italiane.

Tutte queste vetture hanno iniziato a colorare piazza Dante e piazza Duomo fin dalle prime ore del mattino, alle 10.30 è stato poi il sindaco Vivarelli Colonna, bandiera a scacchi alla mano, a dare il via al raduno: il corteo dei cinquecentisti ha avuto il privilegio di visitare a bordo delle famose vetture di casa Fiat, non solo Corso Carducci ed il centro cittadino, ma anche, in via straordinaria, le Mura Medicee.

I partecipanti hanno infatti percorso buona parte dell’anello che abbraccia simbolicamente il cuore di Grosseto, ricevendo al bastione Mulino a Vento il saluto della Maremma, offerto loro dai butteri in divisa. Unanime è stata nei cinquecentisti la meraviglia per la bellezza e l’imponenza della cinta muraria. La colorata e festosa carovana di auto si è quindi spostata in piazza Rosselli per una parata attorno alla vasca e poi, complice la bella mattinata di sole, a capote aperte, ha raggiunto Marina di Grosseto per una degustazione di prodotti enogastronomici della Maremma, offerta dagli organizzatori.

Apprezzamento per la riuscita dell’evento è stata manifestata dalle autorità cittadine presenti: il sindaco, l’assessore Turbanti e l’avvocato Capitani, presidente dell’istituzione “Le Mura” hanno espresso la loro soddisfazione per una città che si è stretta festosa attorno alle piccole Fiat 500.

Per Grosseto è stata quindi una domenica diversa, vissuta con allegria, ed anche con un pizzico di nostalgia per quel fascino senza tempo degli anni ’60.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button