Pubblicato il: 13 Settembre 2019 alle 14:09

Colline MetallifereCultura & Spettacoli

“Rivoluzione Goya, un genio immortale”: a Caldana racconto scenico sul grande pittore

Il racconto scenico "Rivoluzione Goya" cercherà di mettere a fuoco la relazione tra Goya uomo e Goya artista

In Maremma questo sarà l’autunno di Goya. Oltre alla mostra itinerante che toccherà differenti location in provincia di Grosseto, con opere inedite dell’artista, il pittore spagnolo sarà protagonista del racconto scenico “Rivoluzione Goya, un genio immortale“, che verrà allestito a Caldana, nel comune di Gavorrano, il 14 settembre, a partire dalle 21, in via Montanara.

Il racconto scenico “Rivoluzione Goya” cercherà di mettere a fuoco la relazione tra Goya uomo e Goya artista per comprendere meglio le sue scelte pittoriche e capire perché sia considerato uno degli artisti più rivoluzionari che hanno aperto la strada all’arte moderna. L’intervento dello stesso “artista” potrà svelare delle verità fino ad oggi sconosciute. È prevista, insieme a Goya, la presenza di uno dei suoi “eredi”, in questo caso in campo poetico e letterario, anch’egli ribelle e innovatore: Charles Baudelaire, che citerà più volte nei suoi scritti la grandezza del pittore spagnolo che tanto ammirava la cultura francese.

Da maestro indiscusso del neoclassicismo alle aperture prerinascimentali, dal periodo chiaro alle “pitture nere”, dalla dolcezza dei quadri di corte, alla ferocia dei “disastri della guerra”. Quella di Francisco Goya è stata una vita molto dinamica, condizionata da due avvenimenti che hanno inciso notevolmente sulla sua arte: una malattia che lo porterà alla sordità totale e gli eventi nefasti della guerra.

La rappresentazione, a cura di Maurizio Vanni e con la partecipazione dell’attore Cataldo Russo, dell’attrice Irene Passaglia e con l’accompagnamento della chitarra classica di Giacomo Brunini, fa parte della rassegna “Caldana in bellezza” ed è organizzata dal Comune di Gavorrano e dal’associazione Società mutuo soccorso Caldana. Lo spettacolo è ad ingresso libero.

Note biografiche di Maurizio Vanni

Museologo, storico dell’arte, specialista in marketing museale, marketing non convenzionale e advanced marketing. Attualmente è direttore generale del Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art, professore di museologia e marketing museale all’Università di Buenos Aires (Argentina), docente di advanced marketing alla Facoltà di economia di Roma Tor Vergata nel master “Economia e gestione della comunicazione e dei media”, docente di marketing delle arti e della cultura all’Istituto superiore di studi musicali boccherini di Lucca nel master MaDamm.

Ha curato più di 600 eventi, tra mostre e progetti legati al marketing non convenzionale, in oltre sessanta musei di trenta Paesi del mondo e ha tenuto conferenze, seminari e corsi di specializzazione legati alla museologia contemporanea, al rapporto arte-impresa e al marketing emozionale, esperienziale e territoriale in oltre quaranta università del mondo, in città come Seoul, Pechino, Shanghai, Tokyo, Bangkok, New Delhi, Hong Kong, Taipei, Chicago, Toronto, Rio de Janeiro, San Paolo, Città del Messico, Buenos Aires, Bogotà, Asunción, Mosca, San Pietroburgo, Madrid, Barcellona, Istanbul, Parigi, Francoforte, ecc. Ha al suo attivo oltre 200 pubblicazioni. Ha pubblicato recentemente il suo primo manuale: “Il museo diventa impresa. Il marketing museale per il break even di un luogo da vivere quotidianamente”.

Per informazioni: tel. 0566.844247, e-mail [email protected] e [email protected]

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su