Pubblicato il: 30 Novembre 2019 alle 11:51

AttualitàColline Metallifere

Un cane per Janos: al via la raccolta fondi per formare un amico a 4 zampe per un bambino disabile

Un cane adeguatamente preparato ed educato potrebbe aiutarlo a crescere

Vorrebbe tanto un cane con cui giocare, ma Janos è così speciale che per lui ne servirebbe uno da home therapy. Per questo la redazione di Tv9, contattata da Dog4Life onlus, ha deciso di aiutare il piccolo Janos. La sua storia: Janos è ungherese, di Budapest, ha 9 anni e frequenta la quarta elementare nella scuola di Ribolla, nel comune di Roccastrada. Purtroppo, però, non è come tutti gli altri, perché è affetto da una serie di patologie che condizionano la sua vita sin dalla nascita.

Un cane adeguatamente preparato ed educato potrebbe aiutarlo a crescere. Ma un cane come questo costa 7mila euro. Una cifra che la famiglia di Janos non può permettersi. La Maremma potrebbe regalarglielo e Tv9 ha deciso di promuovere una raccolta di fondi. E’ stato aperto un conto corrente dedicato dalla Banca Tema e chi volesse contribuire può fare la propria offerta al seguente Iban: IT94 Y088 5114 3010 0000 0215 992.

La storia di Janos

Janos è un bambino ungherese, di Budapest, ha 9 anni e frequenta la quarta elementare nella scuola di Ribolla, nel comune di Roccastrada. Purtroppo, però, non è come tutti gli altri, perché è affetto da una serie di patologie che condizionano la sua vita sin dalla nascita. Janos è infatti nato prematuro, di 6 mesi, e quando aveva un anno e, con la famiglia, si trovava in vacanza in Maremma, ospite di un amico, Janos ha avuto un’emorragia cerebrale.

«Un giorno ha cominciato a stare male – racconta la mamma Dorye lo abbiamo portato d’urgenza all’ospedale di Grosseto da dove è stato trasferito al Meyer di Firenze, dove lo hanno operato e dove dobbiamo sempre tornare per i controlli. Quando era piccolo ha avuto un’emorragia cerebrale molto forte. Per questo motivo aveva uno sciant, uno strumento che lo aiuta a stare bene, e si era rotto e dovevano sostituirlo». Tutti problemi che lo hanno rallentato nella crescita, ma che, grazie ai controlli e ai medici dell’ospedale Meyer, oggi, riesce a tenere a bada.

Dory ha poi spiegato che in Ungheria classi e asili sono sovraffollati e che il pensiero che il figlio non sarebbe stato seguito bene l’ha convinta a optare per l’Italia e per la Maremma.

«La situazione in Ungheria – prosegue Dorynon è come in Italia, in una classe ci sono oltre trenta bambini e le maestre non possono fare tanta attenzione per un bambino che invece di attenzioni ne ha davvero bisogno. Ci sono anche le scuole speciali che però sono per bambini in condizioni più difficili, meno fortunate, diciamo così».

Oggi Dory è in Italia e il marito continua il suo lavoro in Ungheria. In Maremma ha trovato appoggio da un amico di famiglia che risiede a Ribolla che conosce Janos da quando è nato. Ed ecco come arriva l’idea del cane.

Quattro anni fa, appena in Italia conoscono Paola Cecere, una delle istruttrici di Dog4Life. Una vicina di casa organizzava un evento che includeva pony e cavalli ed è in quell’occasione che conoscono Paola che, con Janos, instaura subito un rapporto speciale. Dopo molte perplessità, vedendo il piccolo interagire con i cani, anche Dory si convince che un amico a 4 zampe gli farebbe davvero bene, ma, proprio per tutte le sue problematiche, ne serve uno addestrato.

Un cane da home therapy, come spiega Paola Cecere: «Sono cani che vanno a stimolare emotivamente il bambino. Il cane viene scelto da una cucciolata individuata dall’istruttore che, dopo alcuni test, sceglierà quello più adatto al bambino in questione, in questo caso Janos. Una volta individuato il cucciolo resterà con la mamma per 60 giorni, dopo di che sarà portato a casa dell’istruttore di riferimento. Ma già da subito farà sì che il suo futuro proprietario possa instaurare un primo approccio. Da qui si arriverà fino al primo anno di vita e insieme alla famiglia sarà pensato a un lavoro ad hoc studiato per il bambino. Il cane, ben educato, dovrà supportare il bambino durante la sua crescita»

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su