Colline MetallifereFollonicaSalute

Il Tavolo della Salute lancia raccolta fondi: “Stanza degli abbracci in Rsa gestite dal Falusi”

La pandemia ci ha costretti ad un distanziamento fisico per evitare il diffondersi del covid“.

A dichiararlo, in un comunicato, sono il Tavolo della Salute e Paolo Mazzocco, Rossano Campinoti, Mauro Lorenzini, Luciano Fedeli, Alessandro Biagioni, Valter Cioni

“Questa situazione pesa su tutti noi e pesa particolarmente sulle persone che si trovano ospiti delle residenze per le quali contano poco tutti quei beni materiali, ma molto quelli affettivi, gli unici rimasti in grado di regalare benessere e serenità alle persone ospiti delle strutture – continua la nota -. La Regione Toscana ha lanciato un progetto per creare nelle residenze spazi dove familiari e ospiti si possono incontrare, spazi protetti che consentono di far incontrare i nostri anziani con i familiari. Non ci risulta che nelle nostre 3 residenze per anziani di Massa (Falusi), Caldana (Casa Maiani) e Follonica (Marina di Levante) siano state fatte richieste di finanziamento finalizzate a questo scopo“.

“Per questo abbiamo pensato di proporre l’avvio di una raccolta fondi con versamenti da effettuarsi sul conto corrente bancario dell’Istituto Falusi, finalizzandoli alla realizzazione di ambienti, dotati delle richieste protezioni, dove gli ospiti potranno ricevere i loro cari – prosegue il comunicato. Crediamo che questa possa essere un’iniziativa importante perché la tappa della casa di riposo è l’ultima stazione prima di affrontare il viaggio più lungo e crediamo fondamentale non far sentire i nostri anziani abbandonati e/o negare ai familiari la possibilità di poterli incontrare”.

Chiediamo un aiuto a tutti i cittadini, associazioni e soggetti che potrà concretizzarsi in due modalità – termina la nota -:

  • aiuto economico, sulla base delle vostre disponibilità, con versamento su conto corrente dell’Istituto con bonifico al seguente IBAN IT 91 Y 01030 72290 000000 835067, causale ‘Realizzazione spazio visite ospiti’;
  • diffondere e sensibilizzare i vostri associati ad aderire per diffondere ulteriormente l’iniziativa e/o contribuire, secondo le proprie possibilità, con una donazione all’Iban sopra indicato”.
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button