Pubblicato il: 13 Dicembre 2019 alle 11:52

AttualitàGrosseto

Danza e solidarietà: raccolti oltre 9mila euro per la battaglia della piccola Milena

L'evento più importante si è svolto lo scorso 7 dicembre al teatro Moderno di Grosseto

Sono 9.261,30 euro i fondi raccolti grazie agli eventi e alle attività organizzate dalla scuola di danza La sesta arte a favore della piccola Milena, la bambina grossetana colpita da una grave forma di leucemia.

L’evento più importante si è svolto lo scorso 7 dicembre al teatro Moderno di Grosseto, con lo spettacolo della scuola di danza La sesta arte, fortemente voluto dall’insegnante Claudia D’Aniello, promotrice dell’evento, per sostenere la famiglia di Milena, allieva da ben cinque anni della stessa scuola di danza.

Durante la serata sono intervenuti sul palco il presidente dell’Admo Fausto Brandi, per sensibilizzare i presenti sul significato della donazione e spiegare il lavoro dell’Admo; Andrea Ciolli e Massimo Tassi, rispettivamente capitano e direttore generale del settore giovanile del Grosseto calcio, per raccontare la raccolta fondi organizzata allo stadio Zecchini di Grosseto insieme a La sesta arte e ai ragazzi della curva nord. La serata poi ha lasciato spazio alla danza, grande passione della piccola Milena; due interi quadri dedicati sia alla danza classica, con l’opera di balletto “Coppelia”, sia alla danza moderna con temi e musiche tratte dai grandi musical di sempre. Dagli allievi in erba fino agli allievi dei corsi professionali, tutti hanno dato il proprio contributo per la riuscita di questa meravigliosa serata di gala e beneficenza.

Vogliamo ringraziare – ha spiegato durante la serata Claudia D’Aniello, responsabile della scuola danza La sesta arte – tutti coloro che ci hanno aiutato e sostenuto a realizzare questo bellissimo evento: dal Comune di Grosseto, con gli assessori Agresti, Milli e Veltroni, a Sistema, Live 95, il comando provinciale dei Vigili del fuoco, il comando provinciale Aics di Grosseto, Video grafica01, il reparto Setting V dell’ospedale Misericordia di Grosseto, l’Acquedotto del Fiora, il Cral, Banca Tema e Tema Vita, l’Us Grosseto 1912, il 4 Stormo Caccia dell’Aeronautica militare con il comandante Floreani, il Cemivet e i comandanti Siena e Bosi del gruppo cinofili, il reggimento Savoia Cavalleria e il comandante colonnello Lustrini. Ci tengo a fare anche un ringraziamento speciale alla signora Bargagli e alla sua azienda provveditore Morellino di Scansano, che ha donato le bottiglie di vino per la causa“.

Grande emozione sul palco al momento dell’abbraccio della mamma di Milena, presente allo spettacolo, con la professoressa D’Aniello: segno di vicinanza concreta e affetto sincero, oltre al grande sostegno in questa battaglia per la vita.

Con la speranza di rivedere Milena quanto prima ballare sul palco insieme alle sue compagne, la serata del 7 dicembre rimarrà nel cuore di tutti come augurio e speranza che tutti i bambini del mondo possano vivere la loro età giocando e divertendosi, inseguendo le loro passioni e che la sofferenza e la malattia resti soltanto un lontano ricordo.

Nella foto: Claudia D’Aniello, responsabile della scuola danza La sesta arte, insieme alla mamma di Milena

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su