Pubblicato il: 25 Settembre 2017 alle 15:50

GrossetoPolitica

#QuiSiCura, Sinistra Italiana: “Al fianco delle dottoresse maremmane, educare al rispetto di genere”

L’iniziativa delle dottoresse maremmane ‘#QuiSiCura’ ha tutto il nostro sostegno. Ci riferiamo al flash mob organizzato davanti alla sede della Guardia medica di Grosseto per richiamare l’attenzione sullo stupro ai danni di una dottoressa in servizio notturno accaduto in Sicilia“.

A dichiararlo, in un comunicato, è la federazione provinciale di Sinistra Italiana di Grosseto.

“Il mondo della medicina è decisamente cambiato e anzi sta subendo una trasformazione demografica e di genere. Non a caso la stragrande maggioranza del mondo infermieristico e della medicina ormai è sostanzialmente colorato di rosa – continua la nota -. La politica ha il dovere di farsi carico di tali mutate istanze, giustamente fatte richiamare dalle dottoresse del servizio di continuità assistenziale. E questo problema si potrebbe estendere a tutte quelle figure professionali che svolgono la loro attività in orario notturno. E sia chiaro che i pericoli non vengono solo da dove ci si aspetterebbe facendo ragionamenti semplicistici. Spesso, proprio come nel caso del piccolo centro in provincia di Catania, si trattava di un uomo con già piccoli precedenti per maltrattamenti senza storie particolari di disagio sociale“.

“Il problema è proprio questo: il pericolo sta dove non te lo aspetti. Quando si parla di educazione affettiva, anche qui senza fare ragionamenti semplicistici, intendiamo educare al rispetto di genere, in questo caso verso le donne. Perché chi compie questi reati ignobili è sempre un uomo prima di appartenere ad una categoria particolare di cittadino – termina Sinistra Italiana -. Complimenti alle dottoresse cui va il nostro plauso per essere all’avanguardia, in Italia, per sollevare questo problema“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su