Pubblicato il: 21 Agosto 2019 alle 21:51

AttualitàGrosseto

Qualità del tempo libero, Grosseto al 7° posto

L'indagine de Il Sole 24 Ore fotografa una provincia che spicca nella ricettività e nei servizi

Come ogni anno, nell’ambito dell’ “Indagine sulla qualità della vita“, Il Sole 24 ore stila un “Indice del tempo libero”: un’analisi del benessere degli italiani realizzata attraverso 12 indicatori che misurano servizi, attrattività turistica e proposta culturale delle 107 province italiane.

L’analisi, giunta quest’anno alla trentesima edizione, evidenzia l’ottimo posizionamento di Grosseto: settima nella classifica complessiva (Rimini, Venezia e Firenze sul podio), quinta per servizi, grazie a un’ampia offerta di bar e ristoranti, ottava e quinta rispettivamente negli indici cinema e sport per il numero di spettacoli e eventi offerti.

Il dato più lusinghiero è però quello relativo alla ricettività e natura: Grosseto si classifica quarta con oltre 275 agriturismi ogni 1000 kmq. Una conferma di come le abitudini agricole e il contatto con la natura, tipici del nostro territorio, rappresentino una forma di vacanza sempre più richiesta.

Il commento del sindaco

“Questa è l’occasione per ringraziare sentitamente tutte le realtà dell’accoglienza turistica, tutti i protagonisti del tessuto commerciale, gli imprenditori, gli artisti e le associazioni che, grazie al loro costante impegno e duro lavoro, hanno sinergicamente collaborato con le istituzioni per rendere la città di Grosseto punta di diamante per turisti ed appassionati d’arte, di cultura e delle bellezze naturali, valorizzando al massimo le preziose risorse che la nostra terra ha da offrire. La mia più sincera riconoscenza va dunque alla Fondazione Grosseto Cultura, parte integrante della vita culturale di Grosseto; ai teatri della città che, grazie alla loro programmazione, contribuiscono a creare terreno fertile per la diffusione di opere e spettacoli sia classici che contemporanei anche tra i più giovani; il museo Maam e la rete museale della Maremma, che hanno saputo valorizzare al meglio i nostri reperti storici e artistici; l’associazione Le Mura per essersi impegnata nel recupero e nella valorizzazione della cinta muraria e la biblioteca Chelliana che dopo tanto tempo è tornata nella cornice del centro storico – afferma il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna –. Siamo molto fieri di questo riconoscimento a livello nazionale, un dato che riflette la grande attenzione che la nostra amministrazione ha sempre avuto nei confronti del settore turistico e dell’intrattenimento tramite tutti i bracci operativi dell’Ente, nello specifico l’ufficio cultura e l’ufficio turismo, che ogni giorno contribuiscono a rendere viva Grosseto. Un ringraziamento particolare va al mio vicesindaco, nonché assessore al turismo e alla cultura Luca Agresti, per la dedizione e il costante impegno profuso nel portare avanti tutte queste iniziative“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su