Pulizia della pineta e della ciclabile: in azione il nucleo ecologico della Vab

I volontari del Nucleo ecologico, formato da una trentina di unità, inserite nelle file dell’associazione di volontariato della Vab, nei giorni scorsi hanno dato il via alla prima pulizia di proprietà pubbliche sparse sul territorio di Castiglione della Pescaia.

«L’iniziativa – spiega soddisfatta Elena Nappi, vicesindaco con delega alle politiche ambientali – ha preso vita alla fine dello scorso anno, per volontà dell’amministrazione comunale, in collaborazione con i volontari della Vab, e ha programmato una serie di appuntamenti e di luoghi su cui intervenire lungo l’arco dell’anno».

«Sabato scorso – dichiara Elena Nappi – un gruppo di una decina di persone ha scandagliato per tre ore la pineta di Selene, la palestra ambientale, la ciclabile che arriva al campeggio Etruria e la fossetta stradale adiacente la strada provinciale n. 158 delle Collacchie, riportando un “buon bottino” composto principalmente da bottiglie di plastica, tanti pacchetti vuoti di sigarette, addirittura un barbecue, dei telai di biciclette e un computer» .

«L’uscita è stata affrontata con grande entusiasmo dai partecipanti – aggiunge Nappi – malgrado le condizioni meteo avverse, essendo risultata la prima giornata fredda dell’anno. Grande soddisfazione è stata manifestata dai presenti al termine del lavoro, con la consapevolezza di aver dato un apporto concreto alla salvaguardia del nostro territorio».

«Il Comune – spiega il vicesindaco – aveva messo a disposizione tutto il materiale per il recupero, i mezzi ed ha pensato allo smaltimento in discarica. Il prossimo appuntamento è fissato per la mattina di sabato 20 gennaio, quando i volontari si ritroveranno in località Bozzone e nelle settimane successiva si sposteranno nella pineta dietro Casa Mora, con ingresso da via Bellini».

«Sono in molti i cittadini a chiedermi come poter partecipare a questi appuntamenti – rivela Elena Nappi e per poterlo fare è semplice e veloce. Basta rivolgersi ai referenti di zona: Edoardo Pastorelli e Daniele Sanchini, consegnandogli tre foto tessera e nel giro di pochi minuti, compilando un modulo, si potrà prendere parte a questa esperienza».

«Su progetti come questi – conclude il vicensidacoi ragazzi delle scuole sono annualmente coinvolti. Loro partecipano a iniziative di Legambiente come “Puliamo il mondo” e “Spiagge e fondali puliti”, che permettono di capire quanto sia appagante riappropriarsi della bellezza dei propri luoghi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top