AmbienteColline Metallifere

Lago dell’Accesa: Tartasub e Uisp ripuliscono i fondali

Hanno collaborato alla riuscita dell'evento anche Cleansealife, MeloSgrano, che ha accolto i partecipanti con una colazione di benvenuto, Sei Toscana e il Consorzio di Bonifica

Si è svolta domenica 2 ottobre una nuova giornata di raccolta dei rifiuti nel comune di Massa Marittima con il contributo dei volontari. Questa volta l’iniziativa, promossa da Tartasub e Uisp Grosseto con il patrocinio del Comune di Massa Marittima e della Regione Toscana, ha interessato i fondali e le sponde del lago dell’Accesa.

Hanno collaborato alla riuscita dell’evento anche Cleansealife, MeloSgrano, che ha accolto i partecipanti con una colazione di benvenuto, Sei Toscana e il Consorzio di Bonifica.

“È stata una bella giornata in cui ognuno ha dato un prezioso contributo alla salvaguardia del nostro lago. – afferma Ivan Terrosi, assessore all’ambiente del Comune di Massa Marittima – I sub si sono immersi alla ricerca dei rifiuti sui fondali, mentre noi, con le squadre di volontari, ci siamo occupati della pulizia delle sponde e di tutta l’area esterna. Un ringraziamento speciale va a nome della comunità di Massa Marittima a tutti i partecipanti. Erano presenti anche dei bambini con le loro famiglie provenienti da Grosseto e questo ci fa immenso piacere. Il lago è patrimonio di tutti, non ha solo un valore territoriale, ed è nostro dovere farne un uso rispettoso e sostenibile, sia durante la stagione balneare che in inverno.

“Mi preme sottolineare un aspetto positivo: la quantità dei rifiuti abbandonati sta diminuendo, – prosegue Ivan Terrosi – domenica abbiamo trovato una situazione decisamente migliore rispetto allo scorso anno, i sub hanno anche riscontrato la buona salute dei fondali. Questo significa non solo che gran parte degli ingombranti sono stati già recuperati, ma soprattutto che non ne sono stati abbandonati altri. Da un lato c’è una crescita di sensibilità sulla tematica ambientale, dall’altro è evidente che ha contributo alla riduzione dei rifiuti anche la presenza di MeloSgrano che, oltre a valorizzare questo ambiente ha funzionato da deterrente, ed ha garantito un presidio costante dell’area non solo attraverso le attività ricreative e di ristorazione, ma anche dedicandosi quotidianamente alla pulizia delle sponde.”

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button