AttualitàGrosseto

“Un centro storico alla portata di tutti”: ecco la proposta della Fondazione Il Sole

1800 metri di percorso gommato all’interno del centro di Grosseto per rendere più accessibile il cuore storico e culturale del capoluogo maremmano ai disabili costretti a spostarsi su una sedia a rotelle o con difficoltà motorie.

E’ questa la proposta avanzata dalla Fondazione Il Sole, vero motore della solidarietà cittadina, che ha sposato e sostenuto fin da subito un’idea di Paolo Stefanini illustrata durante un incontro di Grosseto Partecipa.

Nel corso di uno di questi laboratori, Stefanini aveva lanciato la proposta di creare un tappeto realizzato con gli scarti di penumatici fuori uso riciclati: si tratta di un materiale liscio, che ridurrebbe al minimo l’attrito delle sedie a rotelle e agevolerebbe in modo significativo l’accessibilità dei disabili nel centro di Grosseto.

Questa idea è stata inserita tra le 20 migliori schede progettuali di Grosseto Partecipa e sarà votata con le altre proposte al termine del percorso partecipativo organizzato dal Comune.

Questo percorso – spiega Massimiliano Frascino, presidente della Fondazione Il Sole – collegherebbe tutti gli edifici del centro storico: non solo negozi, ma anche luoghi istituzionali e punti di attrazione per i turisti. Si tratta di un’idea che agevolerebbe molto l’accessibilità dei disabili in centro, considerando che la pavimentazione attuale causa notevoli problemi a chi è in sedia a rotelle e al suo accompagnatore, che deve faticare non poco a spingere la carrozzina destreggiandosi tra il selciato, per giunta rovinato in molti punti”.

Un tappeto simile – continua Frascino -, realizzato ad hoc per i disabili, è presente anche in altre città italiane. A Roma, ad esempio, sono state create apposite corsie per il transito in centro di chi è in sedia a rotelle. A Grosseto, grazie all’idea elaborata da Stefanini, si potrebbe realizzare un percorso gommato praticamente a costo zero, grazie al riciclo degli pneumatici, che sarebbe fissato all’attuale pavimentazione con tasselli, in modo tale che potrebbe essere provvisoriamente rimosso nel caso di lavori pubblici per le vie del centro”.

La Fondazione Il Sole svolge anche attività di promozione in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche – spiega Lorella Ronconi, socia fondatrice della Fondazione -. Se attuato, questo progetto sarebbe un elemento importante per una realtà piccola come Grosseto e renderebbe più facile l’accessibilità del centro non solamente ai disabili, ma anche agli anziani, alle donne in gravidanza o alle mamme che devono spingere i passeggini dei loro bambini”.

Come responsabile dello sportello per la disabilità dell’Urp del Comune – continua Lorella Ronconi ricevo numerose telefonate da turisti con disabilità che vogliono visitare Grosseto e che domandano se la nostra città sia accessibile. Ecco, questo tappeto sarebbe davvero fondamentale per attirare questa tipologia di vacanzieri nel capoluogo maremmano e permetterebbe di superare tutte quelle problematiche che esistono in centro a livello di barriere architettoniche”.

Quando abbiamo elaborato il progetto – spiega Paolo Stefaniniabbiamo valutato due aspetti da affrontare: uno economico e l’altro autorizzativo, perché ovviamente c’è bisogno del parere della Soprintendenza. Per questo motivo, abbiamo pensato di realizzare qualcosa a basso costo e che possa essere removibile e la nostra attenzione si è focalizzata sull’utilizzo di pneumatici fuori uso. Questo tappeto gommato ha uno spessore di 10 millimetri e limita quasi del tutto l’attrito delle ruote delle carrozzine sul suolo. Il percorso coprirà tutti gli accessi al centro e gli ingressi per salire sulle mura medicee, oltre a quelli per i più importanti monumenti cittadini, così da rappresentare anche un volano per l’incremento del turismo in città”.

La spesa complessiva per realizzare questo progetto è di 50mila euro; adesso, aspettiamo che gli uffici tecnici del Comune valutino la nostra proposta – conclude Stefanini -. Il messaggio che vogliamo lanciare è chiaro: le soluzioni per migliorare la vita di tutti ci sono e sono anche semplici, basta trovare la volontà per concretizzarle”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button