Pubblicato il: 20 Agosto 2019 alle 9:47

Colline del FioraCultura & Spettacoli

Saturnia Festival: al via l’edizione 2019 della rassegna musicale. Il programma

Dal 20 al 31 agosto torna, per il quattordicesimo anno consecutivo, il Saturnia Festival

Dal 20 al 31 agosto torna, per il quattordicesimo anno consecutivo, il Saturnia Festival. Una felice sintesi tra cultura e intrattenimento, artisticamente rigoroso, ma pensato anche per i meno esperti.

Organizzata dalla Filarmonica Ponchielli di Saturnia e dal Comune di Manciano, la rassegna concertistica è oramai divenuta un appuntamento tradizionale dell’estate maremmana, molto atteso da residenti e turisti. I concerti, che spaziano dalla musica colta a quella “leggera”, avranno luogo in piazza Vittorio Veneto, a Saturnia, e saranno tutti ad ingresso gratuito.

Come di consueto, il filo conduttore del festival è rappresentato dallo stretto contatto con il pubblico. Il programma musicale – con un’offerta che abbraccia generi e stili musicali anche molto diversi tra di loro – è stato infatti messo a punto pensando sia agli ascoltatori esperti che a chi non frequenta abitualmente le sale da concerto. Il festival continua così la sua tradizione, quella in cui l’alta qualità dei programmi e delle esecuzioni musicali si fonde con l’atmosfera rilassata di una serata di fine estate dando vita, tra profumi della natura ed eccellenze dell’enogastronomia maremmana, a una vera e propria festa del buon vivere.

Il tema, o meglio i temi, dell’edizione di quest’anno – dichiara il direttore artistico Massimiliano Tonsiniruotano attorno all’idea del mare e dell’amore in tutte le sue sfaccettature”.

Ecco quindi il concerto inaugurale con i Parma Brass, “Woman in love”, un viaggio musicale tra le sponde dell’Oceano Atlantico, o il poker di contrabbassi della Bass Gang che ci porterà da New Orleans a Seul passando per Mozart e Renato Carosone. O ancora, la versione mediterranea dello swing con l’Italian Swing Trio che seguirà le coste del Mare Nostrum “dondolandoci” con l’accento in levare. E poi il sud. Il sud dei porti come Napoli o Siviglia, cantati e raccontati in musica dall’Ensemble PhiloPhonia e il sud del Mediterraneo, quel Medio (anzi, vicino) Oriente culla di tante culture che con Maram esploreremo attraverso la musica e la danza. Oltre a voler arricchire l’offerta culturale di questa parte della Maremma toscana con una proposta di grande spessore qualitativo, da sempre il Saturnia Festival ha come obiettivo quello di radicarsi sul territorio e di offrire alle realtà musicali locali – fino agli allievi della scuola di musica Ponchielli di Saturnia – l’opportunità di confrontarsi con artisti dalla ricca carriera internazionale. Ecco perciò la serata conclusiva realizzata dalla Filarmonica Amilcare Ponchielli guidata dal suo nuovo direttore, il maestro Riccardo Tonello, in un concerto che segna il suo debutto nel Saturnia Festival.

Realizzato con lo storico contributo sia del Comune di Manciano che di Banca Tema, quest’anno il festival ha visto aggiungersi numerosi altri sostenitori. Segno inequivocabile che il percorso di crescita qualitativa di questa iniziativa ed il suo radicamento nel territorio trovano crescente riscontro ed apprezzamento tanto tra i residenti quanto tra i turisti italiani e stranieri. Tutti i concerti del festival sono a ingresso gratuito. L’inizio è fissato alle 21.30.

Il programma

Ecco il programma completo dei concerti:

  • 20 agosto, Parma Brass, “Woman in love”;
  • 22 agosto, The Bass Gang, “Un poker di contrabbassi”;
  • 24 agosto, Italian Swing Trio, “Mediterranean swing”;
  • 28 agosto, Maram, “Anima mediterranea”;
  • 29 agosto, PhiloPhonia Ensemble, “Love songs”;
  • 31 agosto, Filarmonica Amilcare Ponchielli di Saturnia, concerto conclusivo.
Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su