Cultura & SpettacoliGrosseto

“Respiri di Bellezza”: musica e danza protagoniste sulle Mura medicee

La rassegna propone performance site-specific della Compagnia Francesca Selva con accompagnamento musicale dal vivo

Dal progetto “NextStage – Dei racconti e delle storie” nasce “Respiri di Bellezza“, la rassegna promossa da Con.Cor.D.A./Compagnia Francesca Selva e da Istituzione Le Mura e realizzata con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Grosseto.

Dal 18 al 23 giugno, alle 17.30 e alle 18.30, nei luoghi più suggestivi delle Mura medicee di Grosseto andranno in scena le performance di danza site-specific con musica dal vivo della coreografa italo-francese Francesca Selva. Danzate da Silvia Bastianelli, Luciano Nuzzolese, Maria Vittoria Feltre, Claudia Mazziotti e Andreas Ziegler, sono dedicate al concetto del viaggio inteso come viaggio interiore e cambiamento di vita e non solo come viaggio nel tempo e nello spazio.

Intensi e struggenti passi a due che si alterneranno a coreografie corali liberamente ispirate alla storia dei Veneti di Maremma, un centinaio di famiglie venete che nei primi anni ’30 del secolo scorso emigrarono ad Alberese nel pieno cuore del Parco regionale della Maremma, la cui memoria è raccontata attraverso i video raccolti e realizzati da Luigi Zannetti per il progetto “NextStage – Dei racconti e delle storie”.

L’Arena Cavallerizza, la piazza bassa, il prato e la galleria troniera del Cassero faranno da cornice ai passi di danza accompagnati delle musiche di tre straordinari musicisti: la violoncellista Catherine Daniela Bruni, che eseguirà la Suite n. 1 in sol maggiore per violoncello solo di Johann Sebastian Bach, e il duo composto da Jacopo Bucciantini (batteria e percussioni) e Davide Lucioli (tastiere e synth), musicisti e compositori toscani, fondatori e membri del progetto di rock progressivo e sperimentale “Trauma Forward”, che suonerà una bellissima suite per sintetizzatore e percussioni ispirata alla leggenda della Donna Scheletro.

Gran finale il 23 giugno, alla galleria La Troniera del Cassero, dove si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica “Urbania” di Giuseppe Guerrini. Un’esposizione che offre al pubblico e anche ai cittadini di Grosseto uno sguardo inedito e in bianco e nero sui luoghi delle mura e della città. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

“Vogliamo ringraziare innanzitutto Con.Cor.D.A./Compagnia Francesca Selva e l’Istituzione Le Mura per aver dato vita a questo meraviglioso progetto che porterà all’interno del centro storico una folata di arte e cultura, dei veri e propri ‘respiri di bellezza’ – dichiarano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla cultura Luca Agresti -. L’amministrazione ha contribuito con vero entusiasmo e spirito di riconoscenza a questa iniziativa, che si inserisce nell’ottica del nostro piano strategico per la cultura, che sta continuando a svilupparsi e ad arricchirsi giorno dopo giorno. Con ‘Respiri di bellezza’, nell’incantevole cornice estiva delle Mura medicee, assisteremo a momenti di vera magia”.

“Prosegue incessantemente da parte dell’Istituzione Le Mura il processo di rifidelizzazione con il nostro monumento più importante mediante manifestazioni come ‘Respiri di bellezza’, che coniugano l’arte, la cultura e la danza insieme alla memoria storica di episodi che hanno riguardato la nostra terra di Maremma. Uno spettacolo entusiasmante, che per sei giorni accompagnerà grossetani e turisti in alcuni dei luoghi più suggestivi ed affascinanti delle Mura medicee e che trae spunto ed ispirazione dalla storia dell’emigrazione veneta in Maremma” dichiara Alessandro Capitani, presidente dell’Istituzione Le Mura.

“‘Respiri di Bellezza’ è la realizzazione in danza e musica del progetto ‘NextStage’ che ci ha permesso, insieme all’Istituzione Le Mura, di rivivere gli avvenimenti più significativi che hanno avuto luogo in Maremma attraverso le immagini ed i racconti dei protagonisti. Per la nostra coreografa e i nostri danzatori è stato entusiasmante poter tradurre in passi di danza le voci e i ricordi che nutrono questa memoria viva e preziosa. Attraverso la musica dal vivo abbiamo voluto rendere ancora più suggestiva l’esperienza dell’incontro con la danza e la memoria in chi verrà a vederci. Ci siamo messi in gioco, anche attraverso pezzi inediti di improvvisazione, per regalare al pubblico emozioni forti ed indimenticabili”, commenta Marcello Valassina, presidente di Con.Cor.D.A./Compagnia Francesca Selva e direttore artistico di “Cassero in Danza”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button