Pubblicato il: 16 Ottobre 2019 alle 12:07

Cultura & SpettacoliGrosseto

Musica e solidarietà, torna “La voce di ogni strumento”: il programma della rassegna

Quest’anno la rete solidale si allarga includendo tra i suoi beneficiari anche l’associazione Compassion

Si è svolta nella sala consiliare del Comune di Grosseto la conferenza stampa di presentazione della nona edizione della stagione musicale “La voce di ogni strumento“.

Alla presenza del vicesindaco e assessore alla cultura, Luca Agresti, dell’assessore alla Pubblica istruzione Chiara Veltroni e della consigliera provinciale Olga Ciaramella, il direttore artistico della manifestazione, Gloria Mazzi, ha parlato della rassegna, che anche quest’anno ha come finalità il connubio tra musica e solidarietà.

Tra gli ospiti intervenuti il Colonnello Ermanno Lustrino, Comandante del Savoia Cavalleria, che ospiterà il primo concerto della stagione, previsto per domenica 20 ottobre, alle 17.30, il Colonnello Simone Siena, Comandante del Cemivet, il Tenente Colonnello Luca Lucetti per il 4° Stormo, il Colonnello Antonio del Gaizo, Comandante della Guardia di Finanza.

Il festival anche quest’anno gode del patrocinio di Ministero della Difesa, Regione Toscana, Provincia di Grosseto, Comune di Grosseto, Teatri di Grosseto, Proloco di Grosseto, Savoia Cavalleria, Centro Militare Veterinario, 4° Stormo Caccia Intercettori, Guardia di Finanza, Lions Club Grosseto Aldobrandeschi, Confindustria, Ascom Confcommercio, Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, Fondazione Grosseto Cultura, Agimus, Soroptimist.

Numerosi anche gli sponsor privati che intervengono a sostegno di questa iniziativa, che il direttore artistico Gloria Mazzi porta avanti da sempre in un’ottica che fa della musica non solo un mezzo di divulgazione artistica, ma anche strumento di solidarietà, devolvendo il ricavato alle associazioni La Farfalla, Aism, Avis, Admo e Aipamm.

Quest’anno la rete solidale si allarga includendo tra i suoi beneficiari anche l’associazione Compassion, organizzazione internazionale nata nel 1952 che si occupa di sostegno a distanza e progetti di aiuto in 25 Paesi al mondo tra Asia, Africa e Latino America.

Presenti alla conferenza anche il presidente di Fondazione Grosseto Cultura Giovanni Tombari, Renzo Alessandri per Seam, i referenti delle Onlus Fausto Brandi, Loriana Landi, Rino Sciaraffa, Erminio Ercolani, i direttori della Bcc di Castagneto Carducci Stefano Lenzini e Stefano Camarri, il presidente  Girolamo Lubrani e il vicepresidente Francesco Giambrone della corale Puccini, Stefano Ferretti di Elettromeccanica Moderna, Giovanna Carbone per il Soroptimist, Giovanna Poma per Estra, Maria Teresa Di Lorenzo per Vodafone, Roberta Biondi per Bartolucci Expert, Daniela De Angelis per La Peschiera, Stefania Rustici di Fantasia Donna.

Il programma

Il programma musicale messo insieme dal direttore artistico Gloria Mazzi per questa nona edizione mantiene le sue caratteristiche di varietà nei generi e negli stil,i spaziando dalla musica da camera a quella sinfonica, dalla classica al jazz, sempre all’insegna della qualità e venendo incontro al gusto di un pubblico molto ampio e naturalmente eterogeneo come quello cittadino, un pubblico che nel corso delle diverse edizioni della rassegna si registra in crescita costante.

In cartellone per “La voce di ogni strumento” in questa edizione 2019-2020 grandi artisti e realtà locali, in un perfetto bilanciamento dell’offerta culturale che propone l’eccellenza artistica internazionale, ma promuove anche la qualità della formazione e del lavoro degli artisti sul territorio. “La voce di ogni strumento” anche quest’anno rivolge un’attenzione particolare ai più giovani, riproponendo, parallelamente al cartellone principale, una piccola stagione riservata ai ragazzi, un evento nell’evento che già nella precedente edizione della rassegna ha registrato un importante consenso presso le scuole che hanno favorito la partecipazione riempiendo ogni volta i teatri.

Oltre a una replica del “Barbiere di Siviglia” di Rossini, l’opera in cartellone per la stagione principale, la direzione artistica offre ai giovani studenti delle scuole di Grosseto e provincia due eventi creati ad hoc: una lezione concerto dedicata al linguaggio del jazz e un ensemble di percussioni.

Importante l’apertura nazionale della rassegna, che quest’anno porterà i suoi concerti in tre importanti città. Il 12 e il 13 dicembre alla Scuola di Applicazione a Torino, infatti, sarà ospitato il “Concerto al buio” con i musicisti Davide Alogna e Gianluca Casalino. Di prossima pubblicazione le date dei concerti a Milano, a Palazzo Cusani, e a Bologna, al Circolo Ufficiali.

Il concerto d’esordio per “La voce di ogni strumento” è in programma domenica 20 ottobre, alle 17.30 sl Savoia Cavalleria, con Alter Echo String Quartet.

La formazione, composta da Marta Taddei al violino, Noemi Kamaras al secondo violino, Roberta Ardito alla viola e Rachele Rebaudengo al violoncello, nasce sui palchi prestigiosi della lunga tournée Opera Seconda dei Pooh. Il quartetto rappresenta la formazione classica da camera per eccellenza, ma Alter Echo String Quartet nella sua carriera ha piegato proprio questa formazione al servizio della musica pop, diventando un punto di riferimento crossover nel panorama italiano.

Dopo aver girato l’Italia con grandi artisti come Andrea Bocelli, Sting, Mario Biondi, Roby Fachinetti, Francesco De Gregori, Giovanni Allevi, Morgan, Francesco Renga, Raphael Gualazzi, Baustelle, Pfm, Massimo Ranieri, Jerry Calà, Gigi Proietti, Alter Echo ha partecipato al grandissimo evento Google Camp 2019, esibendosi per divi di Hollywood, per la famiglia reale e per i più grandi azionisti del mondo, aprendo la serata prima del concerto dei Coldplay. Il programma spazierà dalla musica di Bach a quella dei Metallica, sarà “BaRock”.

L’evento sarà patrocinato dalla Commissione delle pari opportunità della Provincia di Grosseto.

Il 10 novembre, alle 17.30, il Centro Militare Veterinario ospita “Ort Attack”. L’ensemble d’archi dell’Orchestra regionale della Toscana, con Luca Provenzani e Augusto Gasbarri violoncelli solisti, porta in scena le sonorità barocche della musica di Vivaldi, lo stile teatrale di Rossini fino ad approdare al linguaggio della musica per il cinema con un medley di musiche di Ennio Morricone e John Williams.

Il grande jazz è di scena al Teatro Moderno di Grosseto domenica 8 dicembre, alle 17.30, con uno dei suoi grandi maestri: Enrico Rava. Ottant’anni compiuti proprio in questo 2019, il trombettista calca le scene di tutto il mondo da oltre 50 anni, con la sua inconfondibile poetica e la sua voce carica di lirismo, sempre originale nell’invenzione. Quest’anno Rava è stato celebrato in tutto il mondo ed ha appena pubblicato un cd con un altro gigante del jazz internazionale, il sassofonista Joe Lovano, per l’etichetta Ecm. Sul palcoscenico grossetano Enrico Rava salirà insieme a Stefano Cocco Cantini al sassofono, Michelangelo Scandroglio al contrabbasso e Andrea Beninati alla batteria. Durante il concerto Luca Bracali, fotografo di fama internazionale, proporrà su un grande schermo suggestive immagini in movimento. Verrà, inoltre, presentata una sua opera dal titolo “Il suono dell’immagine”. La fotografia, scelta e studiata da un gruppo di ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma, attraverso l’analisi dei movimenti saccatici dell’occhio è stata trasformata in note musicali. L’esperimento, unico al mondo, consentirà al pubblico di poterla ‘ascoltare’ in anteprima.

Il 2020 inizia per “La voce di ogni strumento” con il tradizionale appuntamento con l’opera lirica. Il 24 gennaio appuntamento al Teatro degli Industri di Grosseto, alle 17.30, con “Il barbiere di Siviglia”, la celebre opera di Gioachino Rossini su libretto di Cesare Sterbini, tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais. Sul palcoscenico degli Industri il pubblico potrà seguire le rocambolesche vicende di Figaro, del Conte di Almaviva, di Rosina, nell’allestimento degli artisti di Orfeo InScena, Kentaro Kitaya, Veio Torcigliani, Roberta Ceccotti, Massimiliano Fichera, Simone Simoni, Maria Bruno, Alessandro Martinello, Elia Fiorentini, il Quartetto “C. Cavalieri” ed Ettore Candela al pianoforte. Dirige Massimiliano Piccioli.

Il 17 febbraio, al Savoia Cavalleria, si esibiranno gli artisti dell’Accademia Bel Canto Georg Solti. L’Accademia, nata nel 2004 in memoria del maestro Georg Solti a Castiglione della Pescaia, è rinomata in tutto il mondo per l’alta formazione che offre con borse di studio ai giovani cantanti lirici che aspirano a crescere professionalmente. Tra i docenti che hanno tenuto masterclass all’Accademia figurano nomi di artisti come Josè Carreras, Mirella Freni, Angela Gheorghiu, Kiri Te Kanawa.

Sabato primo marzo, all’Hotel Granduca di Grosseto, alle 21 si terrà il concerto finale del sesto Concorso regionale musicale, organizzato dal Distretto 108 LA e dal Lions Club Grosseto Aldobrandeschi con la collaborazione proprio dell’Hotel Granduca e la direzione artistica di Gloria Mazzi. Il concorso, riservato ai giovani musicisti toscani, mira a incentivare lo studio della musica da parte dei giovani, valorizzarne le eccellenze e ricordare il maestro Palmiero Giannetti, musicista e didatta e figura di rilievo del mondo lionistico.

Un altro appuntamento con la grande musica è quello del 15 marzo, quando nel salone del palazzo della Guardia di Finanza sarà protagonista il duo formato da Giampaolo Bandini alla chitarra e Cesare Chiacchiaretta al bandoneon. “Misterio, Tango y folia” è il titolo del concerto dedicato alla musica sudamericana, repertorio con cui, grazie agli strumenti musicali che per definizione ne esprimono il sentimento musicale, cioè la chitarra e il bandoneon, e a personalità artistiche carismatiche, Bandini e Chiacchiaretta hanno calcato le scene di tutto il mondo.

Si preannuncia come un grande evento il concerto che porterà, sabato 18 aprile alle 21, in Duomo a Grosseto, la Messa a 4 voci con orchestra (detta Messa di Gloria) di Giacomo Puccini, una messa per orchestra e coro a quattro voci, con tenore e baritono solisti, composta nel 1880. Un’opera giovanile dunque, scritta per il diploma di composizione all’Istituto musicale “Pacini” di Lucca, ma già contenente alcuni degli elementi che poi saranno determinanti dello stile operistico di Puccini. La Messa sarà eseguita dall’Orchestra sinfonica “Città di Grosseto” diretta da Lorenzo Castriota Skanderbeg, dalla Corale Puccini e vedrà in veste di solisti i vincitori del Concorso Cappuccilli.

Parole e musica per l’evento finale de La Voce di ogni Strumento, che si terrà il 24 maggio, alle 18, nell’hangar del  4° Stormo a Grosseto.

“Per Elisa” è il titolo di una delle composizioni più celebri di Ludwig van Beethoven, compositore di cui proprio nel 2020 ricorrono i 250 anni dalla nascita. Partendo proprio dal misterioso nome della composizione beethoveniana, Elisa, Davide Alogna al violino, Giuseppe Greco al pianoforte e l’attrice Violante Placido indagano sul complesso rapporto che il genio di Bonn ebbe con l’universo femminile. Un reading in cui le parole dello stesso Beethoven, attraverso la celebre “Lettera all’immortale amata”, e testi originali si intrecciano alle note delle più belle Sonate del compositore.

Una rassegna di solidarietà

L’accesso ai concerti della stagione musicale “La voce di ogni strumento” è differenziato in base all’evento. Alcuni concerti sono ad offerta, altri invece prevedono l’acquisto di un biglietto. Il ricavato sarà comunque sempre in parte devoluto in favore delle associazioni La Farfalla, Avis, Admo, Aism, Aipamm e Compassion.

Torna inoltre, con la stagione musicale 2019/2020, “80 voglia di donare”, la fidelity card che dà diritto a partecipare alla stagione di concerti “La voce di ogni strumento” (ad esclusione del concerto di Natale).

Un modo per partecipare agli eventi, usufruire delle agevolazioni e delle promozioni messe a disposizione dalle aziende sponsor e per sostenere le associazioni partner della stagione.

La tessera costa 80 euro, è nominale e può essere richiesta a Grosseto nella sede de La Farfalla – Associazione cure palliative, in via Siria 40/42 (Tel. 0564-450294) e alla libreria Palomar, in piazza Dante 18 (tel. 0564.415824).

È possibile richiedere la tessera anche via mail all’indirizzo [email protected] compilando il modulo per il trattamento dei dati personali disponibile sul sito www.lavocediognistrumento.it ed effettuando il versamento sul conto di Agimus – Associazione Giovanile Musicale, codice Iban IT 17P0846114300000010607803, con causale “tessera 80 voglia di donare”. La tessera potrà essere ritirata in occasione del primo concerto a cui si partecipa.

Il programma dettagliato della stagione è disponibile sul sito web dedicato, al link: https://lavocediognistrumento.it/

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su