Cultura & SpettacoliGrosseto

Torna “Grosseto dei lettori”: incontri, laboratori e presentazioni di libri sulle Mura medicee

Ecco il programma dell'iniziativa

Presentazioni, incontri, talk, conferenze, reading e attività per giovani lettori, per due giornate insieme ai protagonisti della letteratura contemporanea.

Arriva alla seconda edizione “Grosseto dei lettori”, seconda tappa del festival itinerante “La città dei lettori”, che ogni anno porta in Toscana autori, illustratori, traduttori e curatori di primo piano con l’obiettivo di promuovere la letteratura e la cultura del libro. Da mercoledì 22 a giovedì 23 giugno, il progetto culturale di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e Associazione Wimbledon Aps, con la direzione di Gabriele Ametrano, si terrà presso il Baluardo Mulino a Vento delle Mura Medicee (via Mulino a Vento) con un carnet di eventi a ingresso gratuito con il sostegno e il patrocinio di Comune di Grosseto, il supporto e la collaborazione di Fondazione Grosseto Cultura e in partnership con Polo culturale Le Clarisse, Polo universitario grossetano, Istituzione Le Mura e Clan.

Leggere ci unisce”: ecco il messaggio di questa edizione. In un’epoca che fa dell’isolamento e dello scontro i suoi tratti salienti, dalla pandemia alla guerra, l’obiettivo è proporre la cultura come connettore di popoli e d’incontro tra esseri umani, al di là di barriere geografiche e ideologiche.

Tanti i protagonisti: lo scrittore e sceneggiatore Fabio Genovesi, che porterà al festival una lectio sulle meraviglie della natura, la storica e ricercatrice Vanessa Roghi, al centro di un incontro che partirà dalle figure di Mario Lodi e Gianni Rodari per raccontare storie di scuola e ricerca. La tragedia della Costa Concordia, a dieci anni dal disastro, sarà ricordata dall’autrice Sabrina Gramentieri e da Mario Pellegrini, all’epoca vicesindaco dell’isola del Giglio, affiancati dal giornalista Emilio Guariglia. E ancora: il dottore di ricerca in Storia e Critica dei beni architettonici e ambientali Alessandro Martini e lo storico della moda e giornalista Maurizio Francesconi analizzeranno la moda e l’architettura nel turismo fin de siècle con lo storico dell’arte Enrico Colle; gli autori grossetani Sacha Naspini e Paola Zannoner, in dialogo con la lit blogger Dianora Tinti, rileggeranno Grosseto alla luce del suo ruolo di città letteraria; il videomaker, sceneggiatore e scrittore Filippo Cerri presenterà insieme a Alberto Prunetti il suo ultimo libro: un’avventura attraverso la storia del brigantaggio in Italia.

Tra i progetti speciali, spazio a ragazze e ragazzi con “Io Leggo!”, progetto per coltivare nei lettori più giovani la passione per libri e storie. Continuano gli ormai consolidati appuntamenti coi “Paesaggi letterari” sostenuti da Unicoop Firenze, itinerari a cura di Serena Jaff e Francesca Ciappi alla scoperta dei luoghi del festival insieme agli autori che li hanno raccontati.

“Grosseto sta incrementando gli eventi culturali, proseguendo sulla strada tracciata dalla candidatura a capitale italiana della cultura – sottolinea l’assessore alla cultura, Luca Agresti -. ‘Grosseto dei lettori’ è un progetto interessante e iniziative come queste sono indispensabili ad incentivare la lettura. La manifestazione è importante anche per la qualità degli ospiti e per la location suggestiva sulle Mura medicee. Abbiamo già ottenuto grandi risultati nell’ambito culturale grazie al nostro lavoro di squadra”.

“‘La città dei lettori’ è giunta alla quinta edizione e quest’anno toccherà 6 province e 12 comuni toscani – spiega Raffaele Ametrano, dell’Associazione Wimbledon -. Grosseto è una tappa fondamentale di questo progetto perchè è una città vivace dal punto di vista culturale. Gli eventi di questa iniziativa si pongono l’obiettivo di esaltare gli autori del territorio grossetano e di approfondire il legame tra la Maremma e la letteratura. ‘Grosseto dei lettori’ pone al centro i lettori, che sono l’anello fondamentale dell’editoria”.

“Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze sta dando un contributo importante alla cultura grossetana perchè vogliamo far crescere il territorio anche dal punto di vista economico – evidenzia Carlo Vellutini, membro del Comitato di Indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze -. A Grosseto questa iniziativa vuole animare le Mura medicee e da grossetano ringrazio la Fondazione per gli investimenti fatti per la rinascita culturale della città e il Comune per i numerosi eventi culturali organizzati”.

Questa amministrazione ha messo in atto un vero e proprio cambio di passo per quanto riguarda la cultura – sottolinea Giovanni Tombari, presidente di Fondazione Grosseto Cultura -. Lo slogano di ‘Grosseto dei lettori’ è ‘Leggere ci unisce’ e, infatti, la cultura deve fare da collante, specialmente in un periodo come questo, caratterizzato da una crisi economica e da un conflitto nel cuore dell’Europa”.

Ringraziamo la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze – aggiunge Mauro Papa, direttore del Polo culturale Le Clarisse – che finanzia numerosi eventi culturali a Grosseto”.

“‘Grosseto dei lettori’ è anche una ‘Città che legge’ in virtù del ‘Patto per la lettura’ che ha ricevuto cinquanta adesioni dal 2020 – spiega Anna Bonelli, funzionaria del Comune di Grosseto -. Adesso stiamo lavorando per due progetti: ‘Lettura per tutti’ e ‘Leggermente’. La Biblioteca Chelliana è un punto importante di buone pratiche sulla buona lettura

Il programma di “Grosseto dei lettori”

Mercoledì 22 giugno le attività del festival al Baluardo Mulino a Vento delle Mura Medicee si apriranno nel pomeriggio, alle 17.00, a Molino Hub, con “Io Leggo!”: bambini e bambine dai 6 agli 11 anni saranno accompagnati nella lettura del libro “Avventure in collezione”, realizzando poi insieme un personaggio e mettendone in scena la storia. L’attività è a cura di Stazione Utopia e ideata da Lucia Mannini e Chiara Damiani (partecipazione solo su prenotazione a incollezione@fcrf.it o al numero 388.4609980, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13).

Alle 18.30 l’autrice, critica letteraria e blogger Paola Zannoner, con più di 45 libri all’attivo tra narrativa per giovanissimi, saggi e romanzi per adulti, sarà protagonista insieme allo scrittore e giornalista Sacha Naspini, tradotto e pubblicato in 26 paesi, di un incontro dedicato a “Grosseto città di letteratura”, condotto dalla blogger letteraria Dianora Tinti. Alle 19.30 spazio alle presentazioni con “Di macchia e di morte” (Effequ): storie dei luoghi d’Italia in cui si muovono i briganti in un serrato montaggio da grande epopea western, che saranno introdotte al pubblico dall’autore Filippo Cerri e dallo scrittore Alberto Prunetti. La giornata si concluderà alle 20.30 con la lectio di Fabio Genovesi, vincitore del Premio Strega Giovani nel 2015. “C’è una luce che non si spegne mai”, questo il titolo dell’intervento, che recupera suggestioni tratte da “Il calamaro gigante” (Feltrinelli), l’ultimo romanzo dell’autore versiliese che insegue storie meravigliose e emozionanti su terra e per mare tra prodigi, avventura, divertimento e commozione.

Giovedì 23 giugno si parte alle 17.00 a Molino Hub, con le attività per ragazzi targate “Io Leggo!”. Alle 18.30 “Dieci anni dalla Concordia”, un momento per ricordare la disastrosa notte del 13 gennaio 2012 insieme a Sabrina Gramentieri e Mario Pellegrini, autori del libro “La notte della Concordia” (Bur Rizzoli): una ricostruzione delle frenetiche ore dei primi soccorsi, in conversazione con Emilio Guariglia. In contemporanea “Paesaggi letterari”, con storie e aneddoti sul Polo culturale Le Clarisse (per questo appuntamento è consigliata la prenotazione a paesaggiletterari@lacittadeilettori.it).

La serata continua alle 19.30 tra l’Orient Express e il Lido di Venezia, tra Monte Carlo e le acque di Vichy, con la presentazione de “La moda della vacanza” (Einaudi), il trionfo del turismo tra Ottocento e Novecento raccontato attraverso l’architettura e la moda, alla presenza degli autori Alessandro Martini e Alessandro Francesconi, affiancati da Enrico Colle, in collaborazione con il Museo Stibbert di Firenze. La chiusura del festival sarà affidata, alle ore 20.30, a Vanessa Roghi, storica della cultura specializzata in storia della scuola, che a partire dai suoi saggi “Il passero coraggioso. Cipì, Mario Lodi e la scuola democratica”, “Piccola città. Una storia comune di eroina”e “Lezioni di Fantastica. Storia di Gianni Rodari”(tutti editi da Laterza) racconterà storie di bambini, ascolto, politica e rivoluzione.

“La città dei lettori” è un progetto di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e Associazione Wimbledon APS.

Con il patrocinio e il sostegno di Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze ed Estate Fiorentina (progetto cofinanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020), Comune di Arezzo, Comune di Grosseto, Comune di Bagno a Ripoli, Comune di Calenzano, Comune di Campi Bisenzio, Comune di Impruneta, Comune di Montelupo Fiorentino, Comune di Monteriggioni, Comune di Pontassieve, Comune di Volterra.

Con il supporto e la collaborazione di Fondazione Guido d’Arezzo, Unicoop Firenze, Fondazione Grosseto Cultura, Ied, Volterra 22, La Compagnia dell’Elefante. Con la collaborazione di Villa Bardini, Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi, Palazzo Pfanner, Arci Villamagna.

Con il supporto tecnico di Antonio Locicero Design, Giunti al Punto librerie, Hotel Silla Firenze, Le Lappe Relais, Taxi Firenze 055 4390.

In partnership con Regione Toscana, Patto Regionale per la Lettura Toscana, Centro per il libro e la lettura, Città che legge, Biblioteche Comunali Fiorentine, Biblioteca Città di Arezzo, Biblioteca di Bagno a Ripoli, Biblioteca Civica di Calenzano, Biblioteca di Pontassieve, Premio Strega, Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux, Accademia di Belle Arti di Firenze, Museo Stibbert, Centro Pecci Prato, Polo Culturale Le Clarisse, Dalla Macchia alla Città, Fondazione Polo Universitario Grossetano, Fondazione Accademia dei Perseveranti, Società Canottieri Firenze, Testo, Ceppo Premio Letterario Internazionale, Libernauta, Puerto Libre, Premio Mastercard, Lucca Città di Carta, Emergency, Jump, Fenysia Scuola di Linguaggi della Cultura, Il bello di esser letti, Libreria Farollo e Falpalà, La casa sull’albero, Libreria Lucca Sapiens, Libreria Liberocaos, associazione culturale La sedia blu, Murmuris, Teatro a Manovella, Le Mura, Uscita di Sicurezza, Clan, Busajo Onlus, Controradio, Rete Toscana Classica, Il Reporter, Lungarno.

Per ulteriori informazioni www.lacittadeilettori.it

Su Facebook: La Città dei Lettori

Su Instagram: @lacittadeilettori #lacittadeilettori

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button