Cultura & SpettacoliFollonica

“Ho perso il mondo”: torna il festival FolloWme, inaugurazione alla pinacoteca civica

Ecco il programma della manifestazione

Il festival FolloWme di Follonica giunge alla sua undicesima edizione, in un anno particolare per il quale la manifestazione propone una riflessione sulla condizione emotiva che ha determinato la pandemia Covid-19 attraverso delle mostre ed eventi specifici che tentano di promuovere una riflessione partecipata e aperta alla comunità.

Le mostre fotografiche, gli incontri e le proiezioni in pinacoteca, lo spettacolo teatrale al Teatro Fonderia Leopolda affrontano questa nuova, eccezionale condizione, lasciando emergere, con la potenza del linguaggio dell’arte, nuove opportunità e prospettive insolite.

L’inaugurazione si terrà sabato 19 settembre, alle 17.45, in pinacoteca, che ospita le mostre fotografiche “Risvegli” di Stefano Schirato e “Turni di vita o di morte” di Andrea Frazzetta. Stefano Schirato, fotografo italiano che ha vinto premi internazionali, ha documentato il risveglio dei malati, cioè coloro che ce l’hanno fatta e che si sono ricongiunti ai loro familiari, mentre Andrea Frazzetta, collaboratore del New York Times Magazine e del National Geographic Travel, ha documentato il personale medico di Milano nei giorni di picco dei casi positivi in Lombardia, tra i quali la madre stessa del fotografo, che si è ammalata e poi, purtroppo, è deceduta.

Due mostre importanti che hanno avuto riscontri internazionali e che, unite per il Festival FolloWme, propongono una visione ampia e complessa di ciò che è accaduto nel periodo in cui il numero dei morti da Covid-19 era all’apice nel nostro Paese.

Mario Calabresi, giornalista, ex direttore di Repubblica, da sempre attento alla storia degli avvenimenti sociali, guiderà i due autori nel racconto delle immagini che hanno rappresentato, quando loro stessi erano in prima linea come fotoreporter.

Alle due mostre, che saranno visibili fino al 31 ottobre, si affiancano una mostra fotografica dal titolo “Ti manderò un bacio nel vento”, a cura dell’associazione Gattopicchio, sull’isolamento degli anziani durante il periodo della pandemia covid-19, in collaborazione con le Rsa del territorio e, al piano superiore, la mostra fotografica dei ragazzi del FolloWme Junior, che dà voce e azione alle generazioni più giovani.

Importante: per visitare la mostra il giorno dell’inaugurazione saranno previste visite guidate per piccoli gruppi, su prenotazione (tel. 0566.59027 in orario di apertura del museo Magma oppure al numero 335.8330978).

La prenotazione è necessaria anche per le altre iniziative, mentre gli altri giorni le mostre sono fruibili senza prenotazione, sebbene nel rispetto delle normative anti-covid.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button