Attualità

Al via Festambiente: riflettori accesi sulla transizione ecologica

Quattro i Ministri: Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Roberto Cingolani, Ministro della Transizione ecologica all’inaugurazione del 18 agosto, Andrea Orlando, Ministro del lavoro, il 19 agosto, e Stefano Patuanelli, Ministro delle politiche agricole, il 21 agosto.

Nei giorni scorsi, gli organizzatori di Festambiente hanno reso noto il programma della manifestazione nazionale dell’associazione ambientalista che da 33 anni viene organizzata a Rispescia, alle porte del Parco della Maremma. Nonostante la crisi sanitaria, Legambiente ha deciso di non fermarsi e proseguire nella lotta alla crisi climatica, quanto mai attuale, necessaria e non rimandabile.

Dal 18 al 22 agosto, si alzerà il sipario su una programmazione ricca di appuntamenti e approfondimenti all’insegna della cultura e dell’ambientalismo.

Dopo aver ottenuto la certificazione Ecoevents, realizzata da Ambiente e Salute Società Benefit e Legambiente, allo scopo di sensibilizzazione i cittadini sul fronte della sostenibilità ambientale attraverso manifestazioni ed eventi, Festambiente spalanca le porte alla politica, alle istituzioni, alla società civile e alle associazioni d’Italia per dare vita all’annuale e immancabile dibattito nazionale sull’ambiente. E se la sicurezza e il rispetto dei disciplinari e delle norme anti-contagio saranno al primo posto, non mancheranno divertimento e momenti di svago consapevole per grandi e piccini. L’ingresso sarà eccezionalmente gratuito e sarà necessario esibire il green pass.

A Festambiente – dichiara Angelo Gentili, organizzatore del festival e membro della segreteria nazionale di Legambiente – da sempre coniughiamo cultura e ambientalismo, per fare in modo che il nostro messaggio possa arrivare il più lontano possibile. Scopo principale della nostra associazione è proprio questo: fare in modo che l’opinione pubblica si sensibilizzi e riesca a comprendere che ogni singola azione, anche personale, può fare la differenza. Dobbiamo continuare a lavorare per dare forma a una narrazione del futuro in ottica sostenibile di cui ci faremo ancora una volta megafono. Il tema centrale dell’edizione 2021 di Festambiente che renderà la Maremma capitale dell’ecologia per 5 giorni sarà la transizione ecologica, quanto mai necessaria per fronteggiare la crisi climatica. Non solo: al centro anche il Pnrr, del quale come associazione ecologista abbiamo evidenziato le criticità e che terremo d’occhio affinché l’utilizzo delle risorse vada nella giusta direzione.”

“Il tema conduttore di questa edizione di Festambiente sarà la transizione ecologica che è la sfida per il futuro a partire da oggi. Una scelta obbligata – aggiunge Lucia Venturi, presidente del Parco della Maremma – se si vuole impedire che un’altra crisi globale, legata ai cambiamenti climatici ed ai problemi ambientali, produca danni al genere umano ed ai sistemi economici potenzialmente più gravi di questa pandemia che, forse, faticosamente ci stiamo lasciando alle spalle. Festambiente, la ‘cittadella ecologica’ nel Parco della Maremma, come sempre, sarà una bella occasione per discuterne e per toccare con mano quanto il binomio economia-ambiente possa rappresentare la giusta declinazione di una più ampia e “circolare” nozione di benessere.”

Si rinnova anche nel 2021 – dichiara Francesco Carri, presidente di Banca Tema – la vicinanza di Banca Tema a Festambiente. Esperienza pluriennale che assume per la nostra banca un particolare valore simbolico, nell’adesione convinta ai temi della tutela dell’ambiente, guida alla transizione ecologica, ricerca dei migliori modelli di sostenibilità. La nostra attività creditizia è da molto tempo stata orientata verso prodotti finanziari creati per migliorare l’apporto delle fonti energetiche rinnovabili (finanziamenti per impianti di fotovoltaico, solare termico, eolico, ecc.), ridurre i consumi (ristrutturazione e riqualificazione di edifici e impianti), tutelare il nostro territorio (acquisto di carri antincendio, realizzazione di invasi per la raccolta delle acque, ecc.). Insieme con Festambiente abbiamo lavorato, e continueremo a farlo, per la promozione di campagne di sensibilizzazione orientate principalmente alle scuole, con ampio coinvolgimento di persone e con utilizzo di tecniche di comunicazione basate anche su canali social, per raggiungere un più ampio pubblico di interessati”.

“Quello dell’ambiente e della sua tutela è un tema che riguarda tutti – commentano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vicesindaco e assessore alla cultura, Luca Agresti – e in questo campo Festambiente è un vero e proprio punto di riferimento. Nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, anche quest’anno è stato possibile organizzare una nuova edizione della rassegna, dedicata a un argomento importante quale è la transizione ecologica. Ancora una volta ambientalismo e cultura vanno a braccetto, con tanti eventi in programma per tutte le età. Grazie a Festambiente per la collaborazione con l’amministrazione e per la capacità di tenere alta l’attenzione su temi tanto rilevanti”.

Tra i partecipanti alla manifestazione anche: Luigi Ciotti, presidente di Libera, il 19 agosto; l’europarlamentare Simona Bonafè il 20 agosto; il vicedirettore generale della Fao, Maurizio Martina, e l’eurodeputato Massimiliano Smeriglio il 22 agosto. E poi, tra le altre e gli altri, Rossella Muroni, vicepresidente della Commissione ambiente della Camera dei Deputati, Pietro Girotto, presidente della Commissione Turismo del Senato, Maria Alessandra Gallone, segretaria della Commissione ambiente del senato, Alessandro Bratti, direttore generale dell’Ispra, Giampiero Sammuri, presidente nazionale di Federparchi, Leonardo Marras, assessore al turismo della Regione Toscana, Francesco Tapinassi, direttore di Toscana Promozione, Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale della Toscana.

Per il programma completo: https://www.festambiente.it/programma.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button