AmiataCultura & Spettacoli

“Conosci Castel del Piano”: al via il viaggio attraverso gli scritti degli autori locali

Ecco il programma dell'iniziativa

Da sabato 16 ottobre, la Nuova Pro Loco di Castel del Piano e l’assessorato alla cultura del Comune amiatino organizzano una serie di incontri per riscoprire informazioni e curiosità sulla storia e sulle radici della cultura locale.

Si parte da Castel del Piano con il proposito, però, di parlare dell’Amiata.

“Molti sono gli scritti, ma con il passare del tempo talvolta restano in un cassetto o non tutti hanno il tempo di andare a leggere – si legge in una nota della Pro Loco -. Invece vogliamo riportare l’attenzione su questo patrimonio immateriale importantissimo e sull’importanza e il valore del gesto, che qualcuno si sia preso l’impegno di lasciar traccia per altri. Ogni sabato si ripercorreranno aspetti diversi della storia di Castel del Piano e dintorni con gli autori locali che si sono dedicati, spesso per una vita intera, alla memoria culturale. Un viaggio che prende spunto dalle moltissime pubblicazioni vecchie e nuove, sostenuto anche dalla collaborazione delle edizioni Effigi e della libreria Sognalibro, con lo scopo di promuovere la diffusione di informazioni, notizie, conoscenze relative al territorio in cui viviamo, non dimenticando l’imponente mole di scritti disponibili. Si parte con alcuni autori, con l’intenzione però di allungare il calendario oltre le prime date già definite, coinvolgendo via via altri protagonisti. Alvaro Giannelli, Enzo Fazzi, Francesco Prunai, Sergio Landi e un ricordo appassionato e riconoscente per Fiora Bonelli e Mario Rotellini, scomparsi purtroppo entrambi di recente“.

La manifestazione partirà sabato 16 ottobre, alle 16, con “Frammenti di una società rurale”, con Alvaro Giannelli, che attraverso i suoi libri rievoca dettagli e atmosfere delle produzioni agricole e spazi del paese che un tempo erano teatro di lavori agricoli e abitudini oggi scomparsi. “Spighe di grano”, “Quando le mucche stavano in paese” sono solo alcuni dei titoli che Alvaro, ex sindaco di Castel del Piano, ha regalato alla popolazione.

Sabato 23 ottobre sarà presentato il nuovo libro di Sergio Landi, “Dante e l’Amiata”, pubblicato da Effigi. Nell’anno di Dante non poteva mancare una giornata dedicata al Sommo Poeta. Il dibattito sarà accompagnato da letture della Divina Commedia su cui la nuova pubblicazione di Landi si focalizza.

Venerdì 29 ottobre l’assessorato alla cultura ha fortemente voluto una giornata in ricordo di Fiora Bonelli, che entra a far parte di questo calendario di naturale diritto, data l’importanza della sua penna e della sua voce per Castel del Piano e l’Amiata.

Sabato 30 ottobre “Castel del Piano attraverso le ricerche storiche di Enzo Fazzi”: sarà data una lettura dettagliatamente documentata dell’origine del nome di Castel del Piano e di diversi periodi storici. Saranno ripercorse le curiosità e i punti fondamentali di tutte le molte pubblicazioni di Fazzi e con l’occasione sarà presentato il nuovo libro “Castel del Piano, dal granducato al fascismo”.

Sabato 6 novembre sarà invece letto Castel del Piano attraverso i testi in Ciolo di Francesco Prunai, le atmosfere e la memoria dei giochi di una volta.

Sabato 20 novembre il ricordo di Mario Rotellini e dei suoi bellissimi libri sulla storia di Castel del Piano chiuderà la prima parte di questa rassegna. Per riprendere poi gli incontri tra gennaio e febbraio con altri autori.

L’8 dicembre l’associazione Imberciadori presenterà invece “Castel del Piano nel primo dopoguerra. La stagione dei ‘villini’”, una recente ricerca sulle abitazioni di pregio presenti a Castel del Piano.

“Un calendario destinato, speriamo, ad allungarsi. Gli incontri si terranno in presenza nella sala consiliare del Comune di Castel del Piano (obbligatorio li Green Pass) o a Palazzo Nerucci e anche on line tramite la diretta sulla pagina Facebook della Nuova Pro Loco di Castel del Piano, per cercare di dare la maggiore diffusione e accesso possibile a questo patrimonio. Tutti gli eventi si svolgeranno dalle 16 alle 18 del sabato. Nell’occasione l’associazione Imberciadori illustrerà il progetto di un Fondo delle pubblicazioni sull’Amiata che si sta raccogliendo presso l’archivio di Palazzo Nerucci e per il quale si fa appello a tutti di contribuire per la creazione di una raccolta dedicata al territorio amiatino – termina il comunicato della Pro Loco -.E si potrà visitare la mostra permanente di foto storiche di Castel del Piano realizzata dalla Nuova Pro Loco di Castel del Piano nella propria sede interna al palazzo comunale“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button