Castiglione della PescaiaColline MetallifereFollonica

La “Via delle città etrusche” è realtà: la Regione finanza i sentieri nel Parco delle Colline Metallifere

La nuova frontiera del turismo lento e sostenibile in Maremma si chiama “Via delle città etrusche”, una serie di percorsi che si snoderanno per 173 chilometri sulle Colline Metallifere e che saranno collegati alle città etrusche di Vetulonia, Roselle, Populonia e Volterra e il resto degli itinerari culturali della Regione Toscana grazie al recupero di antiche strade immerse nella natura.

Un progetto ambizioso, ma ricco di opportunità, che arriva a compimento dopo un intenso lavoro da parte del Parco nazionale delle Colline Metallifere, che ha svolto il ruolo di referente tecnico, e degli otto comuni coinvolti: Roccastrada capofila e poi Castiglione della Pescaia, Follonica, Gavorrano, Massa Marittima, Monterotondo Marittimo, Montieri, Scarlino.

Nei giorni scorsi è stato approvato il finanziamento della Regione Toscana di 80mila euro, grazie ad bando sul tema degli “Itinerari etruschi”, e che permetterà l’avvio dei lavori. Al contributo regionale si aggiungono poi 20mila euro finanziati dal Parco mazionale delle Colline Metallifere il che porta il totale dell’investimento a 100mila euro. I prossimi passi sono l’ultimazione, entro l’anno, del progetto esecutivo, mentre dalla primavera del 2021 inizieranno i lavori di sistemazione e recupero dei sentieri e di tutta la viabilità oltre alla realizzazione della cartellonistica. Tutti questi interventi saranno conclusi entro il 2022.

Siamo molto soddisfatti di questo importante contributo regionale – commentano Lidia Bai, presidente del Parco delle Colline Metallifere, ed Emiliano Rabazzi, assessore a politiche ambientali, cultura e turismo del Comune di Roccastrada, capofila del progetto -, perché ci permette di realizzare un progetto strategico per lo sviluppo sostenibile del territorio e la sua promozione. Un riconoscimento che premia il lavoro dei Comuni e dei nostri uffici e che dimostra che quando facciamo sistema i risultati arrivano. Il cammino ‘Via delle città etrusche’ rappresenta la grande occasione per collegare le Colline Metallifere e la Maremma ai cammini nazionali, mettendo in campo il valore aggiunto rappresentato dal nostro territorio ricco di emergenze storiche, culturali e ambientali”.

Il punto di forza del progetto è quello di creare una rete di sentieri turistici in grado di collegare l’Etruria meridionale con quella settentrionale e l’entroterra. Questo sarà possibile rendendo fruibili per i viaggiatori, a piedi a cavallo o in bicicletta, una serie di percorsi già esistenti che collegheranno al loro interno le varie emergenze storiche e ambientali delle Colline Metallifere, a loro volta collegate con le antiche città etrusche e con il sistema dei cammini storici e degli itinerari culturali della Regione Toscana, come la Via Clodia e la Via Francigena. I percorsi sono stati prescelti tenendo conto dell’evoluzione degli insediamenti e della trasformazione del paesaggio e saranno adattati alle esigenze dello sviluppo turistico del territorio e alla presenza di viabilità pubbliche.

Una forte necessità è quella di inserire i centri storici all’interno degli itinerari, elevandoli al ruolo di tappe intermedie per valorizzare al massimo i borghi medievali ancora abitati in un processo di sviluppo legato al turismo lento. Inoltre, oltre a collegare Vetulonia e Roselle, si connettono tra loro i principali insediamenti etruschi delle Colline Metallifere (forni etruschi per la riduzione del ferro di Rondelli – Follonica, necropoli etrusca di San Germano, necropoli etrusca di Santa Teresa, necropoli etrusca di Poggio Tondo, abitato etrusco del lago dell’Accesa, miniere antiche di rame e di argento di Serrabottini – Fenice Capanne, miniere antiche di rame e di argento di Montieri).

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button