Pubblicato il: 24 Ottobre 2019 alle 15:10

GrossetoNotizie dagli Enti

Innovazione sociale: il Comune partecipa al bando con un progetto su Montepescali

Le proposte progettuali dovranno infatti tener conto di azioni che abbiano come scopo la rigenerazione del contesto economico e sociale

La presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento funzione pubblica – ha pubblicato il 5 aprile scorso l’avviso pubblico per la selezione di progetti sperimentali di innovazione sociale: progetti per l’inclusione sociale, animazione culturale, lotta alla dispersione scolastica che potrebbero – se approvati – ricevere un finanziamento per la fase di studio, di concretizzazione e/o di consolidamento.

La giunta comunale di Grosseto, che ha deciso di aderire a questo avviso, ha quindi approvato le Linee di indirizzo per la partecipazione del Comune di Grosseto in qualità di beneficiario dei finanziamenti. Ad occuparsene è l’assessore all’Europa Riccardo Ginanneschi, che sta seguendo da vicino i vari step.

Il prossimo passo sarà quello di costituire un partenariato multi-stakeholder (per rendere possibile la replicabilità di progetti di innovazione sociale nel tempo) composto da uno o più soggetti pubblici, del mondo privato o privato sociale in grado di supportare l’amministrazione comunale nella sua proposta sociale.

C’è un punto di partenza – dichiarano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore all’Europa Riccardo Ginanneschi: è la volontà di portare innovazione sociale e di consentire lo sviluppo del partenariato pubblico-privato per la ricerca e l’applicazione di soluzioni innovative per i problemi sociali del territorio e per lo sviluppo turistico, partendo dal borgo medievale di Montepescali. Pensiamo ad esempio al potenziamento del portale internet, alla mappatura di itinerari, agli strumenti di easy access, ai sistemi di trasporto pubblico integrati, a favorire il turismo culturale ed esperenziale integrando l’offerta turistica anche con ricettività alternativa e diffusa, alla campagna di marketing per promuovere il brand della Maremma, all’agevolazione delle start-up e alla nascita di nuove realtà produttive“.

Le proposte progettuali dovranno infatti tener conto di azioni che abbiano come scopo la rigenerazione del contesto economico e sociale con particolare riguardo ai piccoli borghi e ai centri minori del territorio, nell’ottica di ideazione, sviluppo e applicazione di sistemi intelligenti ed innovativi per la gestione dei servizi di supporto all’accoglienza turistica ed alla promozione territoriale. Pur richiedendo un approccio specifico, le proposte progettuali dovranno prevedere lo sviluppo e l’applicazione di sistemi che siano innovativi, ma allo stesso tempo replicabili anche su realtà territoriali differenti.

La costituzione di un partenariato multi-stakeholder, composto da uno o più soggetti pubblici, del privato e/o del privato sociale che supporterà l’amministrazione nella redazione della proposta progettuale dovrà avere un background di:

  • programmazione, ideazione e realizzazione di interventi in ambito sociale e di inserimento professionale;
  • strategie di marketing territoriale, studi di fattibilità di politiche e progetti di sviluppo;
  • realizzazione di eventi e gestione di spazi culturali e turistici;
  • processi partecipativi;
  • innovazione e nuove forme di finanza a impatto sociale;
  • esperienza nell’ideazione e nell’individuazione di indicatori chiave di prestazione (Icp) e di indicatori di impatto e replicabilità.

I soggetti del privato e/o del privato sociale candidati come “fornitore del servizio o attuatore dell’intervento” potranno candidarsi singolarmente o tramite raggruppamento temporaneo, a lui facente capo, con altri soggetti, sia pubblici (ad eccezione degli enti locali) che privati, in grado di fornire un utile contributo sotto il profilo scientifico, giuridico-amministrativo e/o tecnico operativo, all’elaborazione della proposta progettuale e allo svolgimento della sperimentazione in oggetto.

Le manifestazioni di interesse insieme alla documentazione richiesta, dovranno essere presentate tramite Pec all’indirizzo [email protected] entro e non oltre le ore 12:00 di lunedì 25 novembre.

Gli esiti della selezione saranno comunicati alla Pec di ciascun proponente candidato in qualità di soggetto fornitore del servizio o attuatore dell’intervento. Il soggetto selezionato sarà poi convocato per il primo incontro operativo di redazione della proposta progettuale il 27 novembre, alle 9, all’assessorato all’Europa e allo sviluppo economico del Comune in via Colombo 5, a Grosseto.

L’avviso integrale è disponibile sull’albo online all’indirizzo: http://www.comune.grosseto.it/albo/viste/webListaAllegatiWindow.php?id=18549.

L’avviso del Dipartimento della funzione pubblica è consultabile all’indirizzo: http://www.funzionepubblica.gov.it/sites/funzionepubblica.gov.it/files/Avviso_Fondo_IS_0.pdf.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su