Pubblicato il: 30 Giugno 2017 alle 14:17

AmiataCastiglione della PescaiaColline MetallifereFollonicaGrossetoSalute

Società della salute: approvato il progetto per la fusione delle tre zone socio sanitarie

Le zone socio sanitarie Grossetana, Amiata grossetana e Colline Metallifere verso la fusione.

Si sono tenute questa mattina, in contemporanea, le riunioni delle giunte delle tre Società della Salute della provincia di Grosseto per approvare il progetto di fusione, così come previsto dalla nuova normativa regionale (la legge della Regione Toscana 11 del 2017).

I 3 presidenti delle attuali Società della Salute, Francesco Limatola, Claudio Franci, Giacomo Termine, informano che il progetto di fusione, che avverrà per incorporazione della Società della Salute più grande, come previsto dalla legge regionale, sarà depositato nelle sedi legale delle tre Società della Salute, che lo renderanno pubblico sui loro siti istituzionali entro il 20 luglio, e sarà inviato ai Comuni della nuova zona socio sanitaria e alla direzione dell’Azienda sanitaria Toscana sud est. A partire da quel momento, ci saranno quaranta giorni di tempo per presentare eventuali osservazioni, reclami o richieste di precisazione. Se, trascorso questo tempo, nessuno dei portatori di interesse muoverà obiezioni, le assemblee dei soci delle tre Società della Salute saranno chiamate a votare il progetto e dovranno essere definiti gli atti  tecnico amministrativi e le modalità di funzionamento dei nuovi soggetti e dei nuovi organi.

Se il processo di fusione sarà, come previsto, portato a termine, la nuova Società della Salute, che diventerà operativa dal primo gennaio 2018, unirà i comuni di Grosseto, Arcidosso, Campagnatico, Castel del Piano, Castell’Azzara, Castiglione della Pescaia, Civitella Paganico, Cinigiano, Follonica, Gavorrano, Massa Marittima, Monterotondo Marittimo, Montieri, Roccalbegna, Roccastrada, Santa Fiora, Scansano, Scarlino, Seggiano, Semproniano.

Quella di oggi è una data storica“, commentano i tre presidenti e comunicano che nei prossimi mesi saranno adottati tutti i progetti tecnici e amministrativi necessari e sarà predisposto un nuovo piano di welfare comunale fortemente integrato con i servizi sanitari e capace di affrontare le nuove sfide sociali di questo particolare momento.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su