GrossetoNotizie dagli Enti

Centro delle scienze e della tecnica: il Comune aderisce al progetto per la realizzazione

a volontà è quella di presentare l'iniziativa al bando dei contributi annuali e accordi di programmazione e intese

La Giunta comunale ha deliberato l’adesione, in qualità di partner della Fondazione Polo universitario grossetano, alla proposta progettuale per la realizzazione del centro delle scienze e della tecnica.

La volontà è quella di presentare l’iniziativa al bando dei contributi annuali e accordi di programmazione e intese, emanato dal Ministero dell’Università e della ricerca, insieme al segretariato generale e alla direzione generale, per il coordinamento e la valorizzazione della ricerca e dei suoi risultati.

Il centro delle scienze e della tecnica consisterà in un laboratorio multidisciplinare legato a discipline afferenti alle scienze naturali, alla biologia, alla biotecnologia e alla cultura tecnico-scientifica più in generale. Sarà un luogo di aggregazione culturale aperto agli studenti, ai docenti, alla cittadinanza interessata ad approfondire particolari tematiche scientifiche di attualità, coinvolgendo i partecipanti con iniziative capaci di favorire la comunicazione con il mondo della ricerca e della produzione. L’obiettivo sarà quello di far crescere una diffusa consapevolezza sull’importanza della scienza e della tecnologia per la vita quotidiana e per lo sviluppo sostenibile della società e del territorio.

Siamo sempre convintamente accanto alla Fondazione Polo universitario grossetano – dichiarano Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di Grosseto, e Luca Agresti, vicesindaco ed assessore alla cultura -. La nostra amministrazione crede fortemente nella valorizzazione e nella condivisione delle conoscenze per favorire la crescita del territorio. La speranza è che la proposta possa riscuotere un grande successo“.

“Il 2020 è stato un anno complesso per il mondo accademico che, tuttavia, ha riportato di grande attualità il tema dell’importanza delle competenze scientifiche – spiega Gabriella Papponi Morelli, presidente della Fondazione Polo universitario grossetano -. Dai dati che emergono dall’ultimo rapporto Ocse-Prima sulla cultura scientifica in Italia era del resto già evidente come il nostro Paese soffrisse di gravi lacune relative alla diffusione e alla comprensione della cultura scientifica. La Fondazione Polo universitario grossetano, grazie anche alle indicazioni condivise con il presidente del nostro Comitato tecnico-scientifico Cosimo Claudio Pacella, intende mettere in campo tutte le strategie necessarie per far fronte e combattere questa carenza ritenuta particolarmente allarmante. L’iniziativa di concorrere al bando ministeriale per la divulgazione scientifica, alla quale sto lavorando insieme a Giacomo Spinsanti e Ottavia Spiga dell’Università di Siena, si colloca in questo tipo di contesto e la realizzazione del centro della scienza e della tecnica nella nostra città costituirà un passo avanti di notevole entità per tutti gli studenti, gli istituti scolastici del territorio, il sistema economico locale e l’intera cittadinanza”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button