GrossetoNotizie dagli Enti

Progetti utili alla collettività: bando del Comune rivolto agli enti del Terzo settore

I Puc dovranno avere una durata coerente con la tipologia progettuale individuata

Il Comune di Grosseto ha pubblicato un avviso per la presentazione di manifestazioni di interesse da parte di enti del Terzo settore operanti del territorio comunale per l’attuazione di progetti utili alla collettività (Puc), che possano coinvolgere i beneficiari del reddito di cittadinanza (Rdc) in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni, da svolgere nel comune di residenza, per un numero di ore non inferiore a 8 ore settimanali fino a massimo 16 ore.

I Puc dovranno avere una durata coerente con la tipologia progettuale individuata, nell’ambito del periodo di validità dell’avviso, che sarà valido per il triennio 2022-2024. Al termine della valutazione dei progetti, sarà predisposto un elenco di quelli accolti, aggiornato sulla base di presentazione di nuovi progetti. Principio cardine dei Puc è che le attività previste nell’ambito dei progetti non sono in alcun modo assimilabili a attività di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo; pertanto, le attività previste devono intendersi complementari, a supporto e integrazione rispetto a quelle ordinariamente svolte dal soggetto del privato sociale.

Possono presentare la domanda di manifestazione di interesse le società cooperative sociali, le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, le fondazioni con sede operativa nel territorio del Comune di Grosseto, iscritte nel Registro unico nazionale del Terzo settore (Runts) da almeno sei mesi, oppure già iscritte negli appositi registri da almeno sei mesi e in corso di trasmigrazione al Runts. Tutti i soggetti che presentano domanda devono, inoltre, essere in regola relativamente alla posizione assicurativa dei volontari ed alla posizione contributiva ed assistenziale dei dipendenti e collaboratori.

La manifestazione di interesse dovrà essere presentata esclusivamente via Pec a comune.grosseto@postacert.toscana.it, mediante la compilazione di un apposito modello e della/delle schede di progetto, allegando la documentazione richiesta (https://new.comune.grosseto.it/web/moduli/avviso-pubblico-per-lacquisizione-di-manifestazione-di-interesse-per-la-individuazione-di-enti-del-terzo-settore-per-progetti-utili-alla-collettivita-con-il-coinvolgimento-d/).

“Questo avviso pubblico è di fondamentale importanza perché dà la possibilità agli enti di terzo settore interessati di garantire ai beneficiari di reddito di cittadinanza la possibilità di rendersi utili attraverso i Puc. Saranno gli enti stessi, dunque, a fare richiesta al fine di poterli inserire all’interno delle proprie attività – spiegano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore al sociale Sara Minozzi -. I percettori di reddito di cittadinanza hanno bisogno di iniziative di questo tipo che possano impegnarli ed integrarli nel mondo del lavoro in vista di un loro futuro impiego. Crediamo molto in questi progetti che, oltre a formare ed ampliare le competenze professionali di chi sarà chiamato a svolgere queste attività, dà anche modo di potenziare i servizi offerti ai cittadini generando allo stesso tempo ricadute positive su tutto il territorio”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button