Scuola

Fondi Miur per le scuole: la Provincia presenta i progetti di manutenzione straordinaria

Il fabbisogno per la Maremma ammonta a 15 milioni, il Ministero ne mette a disposizione 4

Nell’ambito dei fondi Miur per il finanziamento di interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole superiori per gli enti locali, la Provincia di Grosseto ha presentato ieri, nel rispetto dei termini previsti dal bando, il documento che racchiude l’elenco degli edifici del territorio che necessitano dei lavori più urgenti.

Al momento alla provincia di Grosseto sono stati assegnati 3.950.194 euro, calcolati sulla base del numero di alunni e di edifici presenti. Tale cifra dovrebbe essere sbloccata entro fine novembre, tramite un decreto ministeriale di autorizzazione.

“Si tratta sicuramente di fondi di importanza strategica che aspettavamo da tanto tempo, ma che, lo voglio ricordare, purtroppo non sono in grado di soddisfare il fabbisogno delle scuole del territorio nella sua interezza – affermano il presidente della Provincia Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il consigliere provinciale con delega alla scuola, Olga Ciaramella -: la cifra di quasi 4 milioni del Ministero è infatti da distribuire su 5 annualità, mentre, secondo le scrupolose verifiche da noi svolte, per i nostri edifici servirebbe un totale di circa 15 milioni. Restiamo intanto in attesa dell’arrivo di un ulteriore plafond che il Ministero dovrebbe mettere a disposizione entro fine anno e che verrà destinato agli altri edifici rimasti scoperti da questa tranche. Nel frattempo continueremo a lavorare per trovare risorse da destinare all’edilizia scolastica che per noi rappresenta una priorità assoluta“.

Il documento programmatico presentato dalla Provincia include 10 interventi urgenti di manutenzione straordinaria per un totale di 15.024.741 euro. La richiesta riguarda lavori di riqualificazione che vanno dall’efficientamento energetico per la sostituzione di infissi interni ed esterni, agli adeguamenti relativi agli impianti elettrici, per proseguire con lavori di adeguamento antincendio e di miglioramento anti-sismico.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button