FollonicaPolitica

Verso le Politiche: la lista Insieme 2018 si presenta a Follonica

Si chiude anche a Follonica, martedì 27 febbraio, alle 17, all’ex Casello idraulico di via Roma, la campagna elettorale di “Insieme 2018”, la lista di ispirazione ulivista che nasce dalla messa in comune di storie ed esperienze politiche consolidate come quella dei riformisti e degli ambientalisti con le tante realtà civiche del territorio. In questa lista, nata per le elezioni politiche del 2018, si rispecchiano molteplici visioni politiche che hanno come obiettivo la sostenibilità ambientale, sociale ed economica dell’Italia.

“Ne parliamo con Francesco Giorgi, candidato per la Camera dei Deputati, e Francesca Mencuccini candidata per il Senato – si legge in un comunicato della lista -. Due persone con una lunga esperienza nel mondo del lavoro e di impegno per il territorio. Le risposte date alla crisi globale, politica, economica, climatica e sociale, che ha colpito l’Italia e l’Unione Europea in questi anni hanno destabilizzato la nostra democrazia e minato il benessere, l’ambiente, la salute e i posti di lavoro dei cittadini, oltre a restringere le prospettive di uno sviluppo economico sostenibile alla portata di tutti. Queste politiche hanno provocato reazioni cariche di rabbia, che danno spazio a risposte semplicistiche, spezzano la coesione sociale, dimenticano valori e diritti, costruiscono muri e aprono la strada a politiche autoritarie e inefficaci“.

“La lista Insieme parte da qui. Dall’idea che le diseguaglianze e l’impossibilità apparente di risolverle non sono un prezzo da pagare al progresso, ma sono la causa del malessere. Che il grande progetto di un’Europa unita non è un’utopia, ma uno strumento di democrazia, pace, diritti, qualità della vita e valorizzazione delle diversità – termina la nota. Che l’approccio ecologista può essere uno strumento formidabile per il rilancio dell’economia e di un modo di vivere, di consumare, di muoversi, di produrre che sia coerente con la lotta ai cambiamenti climatici e la necessità di ridurre la pressione sulla natura“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button