GrossetoPolitica

Verso le politiche, il Pd presenta i candidati: “Uniti e determinati ad ottenere un grande risultato”

Il Pd è l’unico partito in grado di dare un Governo stabile al Paese. Abbiamo proposte serie, concrete e in Maremma mettiamo in campo dei candidati di alto livello“.

Con queste parole Gesuè Ariganello, segretario provinciale del Partito democratico, ha presentato i candidati maremmani al Parlamento.

A scendere in campo saranno il consigliere regionale Leonardo Marras, candidato alla Camera nel collegio uninominale 14, il sottosegretario al Ministero dell’Ambiente Silvia Velo, candidata al Senato nel collegio uninominale di Grosseto-Livorno, il presidente della Commissione agricoltura della Camera, Luca Sani, candidato alla Camera nel collegio plurinominale Toscana 4, l’ex assessore al sociale della Giunta Bonifazi, Antonella Goretti, candidata alla Camera nel collegio plurinominale.

Oggi parte ufficialmente la nostra campagna elettorale – ha annunciato Ariganello, che si svilupperà tra la gente. Utilizzeremo questo mese che ci separa dalle elezioni per incontrare le persone e lanciare proposte. Illustreremo i nostri progetti, soprattutto a quegli elettori che non hanno ben compreso i risultati ottenuti dal Governo e che si sono allontanati dal Pd. Il nostro collegio è incerto e proprio per questo motivo siamo ancora più determinati a portare a casa un grande risultato. Ci crediamo e siamo più uniti che mai”.

Il Pd è il partito più importante della coalizione di centrosinistra – ha sottolineato Marras e la nostra campagna elettorale sarà fatta di progetti e di programmi. Tra i candidati abbiamo persone che hanno rivestito nel migliore dei modi incarichi importanti dal punto di vista istituzionale e il Governo uscente ha fatto davvero tanto per la Maremma”.

Il mio collegio al Senato comprende un territorio molto vasto – ha dichiarato Silvia Velo -, ma straordinario, che racchiude tutta la gamma di problemi che il Governo uscente ha affrontato con concretezza. L’esecutivo ha fatto tanto per la Maremma, basti pensare all’impegno per la laguna di Orbetello. Credo che questo territorio si meriti una rappresentanza forte in Parlamento, che possa lavorare fin da subito per risolvere i problemi. Questo mese che ci separa dal voto sarà l’occasione per incontrare gli elettori e fare proposte“.

Mi sento piccola rispetto allo spessore degli altri candidati – ha confessato Antonella Goretti, ma allo stesso sono onorata per la decisione del Pd di candidare la mia figura. Voglio dare il mio contributo per far crescere il partito e ce la metterò tutta affinchè le persone si avvicinino al Pd. Il Governo ha ottenuto grandi risultati anche sul sociale, basti pensare al ‘Dopo di noi’ e alla lotta al femminicidio. Si tratta della mia prima esperienza di questo tipo, ma garantirò il massimo impegno“.

“Nel collegio proporzionale della Camera Grosseto-Siena-Arezzo non conteranno le percentuali, ma il numero di voti a sostegno della lista Pd. Più voti otterrà la lista, maggiore sarà la possibilità di eleggere alla Camera deputati competenti e legati a questo territorio. Persone che come me hanno relazioni con le nostre comunità e che conoscono bene i problemi – ha spiegato Sani -. Io non sono un candidato espressione del rinnovamento generazionale, ma porto l’esperienza e la conoscenza di chi ha alle spalle una collaudata attività politica nel Partito democratico, che rivendico con orgoglio e coerenza. In questi anni, come presidente della XIII commissione Agricoltura della Camera dei deputati, mi sono occupato di agricoltura e agroalimentare, consapevole della mia provenienza da un territorio come la Maremma che ha una fortissima vocazione rurale, che condivide con le province di Siena e Arezzo. Si tratta di un collegio sul quale ‘non tramonta mai il sole’, nel quale l’elemento della vocazione agricola che caratterizza la cosiddetta Toscana del Sud mi faciliterà nel compito di rappresentarne le istanze di cittadini e imprese”.

“Rispetto alla campagna elettorale che mi aspetta, accanto a Leonardo Marras, Silvia Velo e Antonella Goretti, sono consapevole che non sarà una passeggiata, ma sono fiducioso sia per la qualità e le competenze della squadra che il Partito democratico ha messo in campo – ha concluso Sani –. Sia perché grazie al dinamismo del ministro Martina su agricoltura e agroalimentare i Governi Renzi e Gentiloni sono stati i più attivi da cinquant’anni a questa parte, investendo risorse ingenti e approvando legge attesa da decenni, come quella che ha istituito il Codice del vino, semplificando e razionalizzando più normative. Un’azione a vasto raggio che non ha mancato di far sentire i propri effetti su questo territorio”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button