Cultura & SpettacoliGrosseto

Il Premio “Scriabin” parla ucraino: ecco chi è il vincitore della manifestazione pianistica

Al Teatro degli Industri di Grosseto la serata finale. A Monica Zhang il concorso Junior

È Antonii Baryshevskyi, ucraino di 31 anni, il vincitore dell’edizione 2020 del Premio internazionale pianistico “Scriabin“.

La sua esecuzione del Concerto numero 2 in Do minore Opera 18 di Rachmaninov ha convinto quasi all’unanimità la giuria presieduta da Antonio Di Cristofano, che gli ha assegnato il primo posto.

Secondo premio per Mariamna Sherling (18 anni, Russia) che ha eseguito il Concerto in Fa diesis minore Opera 20 di Scriabin; al terzo posto l’altro ucraino, Roman Lopatynskyi, 26 anni, che si è esibito al pianoforte nel Concerto numero 5 in Mi bemolle maggiore Opera 73 “L’imperatore” di Beethoven.

Ad accompagnare i tre finalisti, nella serata conclusiva della rassegna andata in scena al Teatro degli Industri, l’Orchestra sinfonica “Città di Grosseto”, diretta da Naiden Todorov. Al vincitore una borsa di studio di 8mila euro (con targa, diploma e concerti), offerta dal Rotary Club e dalla Fondazione Rotariana Carlo Berliri Zoppi, al secondo classificato una borsa di studio di 3mila euro (con targa e diploma), offerta dalla famiglia Giordano in ricordo di Nicola Giordano, mentre al terzo una borsa di studio di 1.500 euro (con targa e diploma), offerta da Fondazione Grosseto Cultura.

Assegnati anche i riconoscimenti speciali, entrambi alla giovane russa Mariamna Sherlin: il premio speciale per la miglior esecuzione di un brano di Scriabin (borsa di studio di mille euro più diploma), offerto da Fondazione Grosseto Cultura, e il premio speciale del pubblico (borsa di studio di 500 euro più diploma), offerto da Santa Cucchi e dedicato a Piero Gatti.

Ma il 2020 sarà ricordato anche come l’anno della prima edizione della sezione Junior del Premio internazionale pianistico “Scriabin”: ha vinto Monica Zhang (13 anni, studentessa di pianoforte a Milano), che si aggiudica una borsa di studio di 1.500 euro (con targa, diploma e concerti) offerta dalla Fondazione rotariana “Carlo Berliri Zoppi”. Secondo premio a Sophia Voronina (13 anni, Russia) con una borsa di studio di mille euro (più targa e diploma), offerta dalla famiglia Pepi e dagli Attortellati, terzo premio ex aequo a Ivaylo Vassilev (12 anni, Bulgaria) e Dasha Klimas (12 anni, Germania) con una borsa di studio di 500 euro (più targa e diploma), offerta da Antonio Di Cristofano; menzione d’onore a Emma Guercio (11 anni, Italia) e Nicolas Giannelli (14 anni, Italia).

La giuria internazionale del premio è stata presieduta da Antonio Di Cristofano (fondatore e direttore artistico del Premio Scriabin e direttore dell’Istituto comunale musicale “Palmiero Giannetti” di Fondazione Grosseto Cultura) e ne hanno fatto parte Victor Asuncion (Filippine-Usa), Pasquale Iannone (Italia), Peter Kairoff (Usa), Olga Kern (Russia-Usa), Robert Lehrbaumer (Austria), Eugene Skovorodnikov (Ucraina-Canada), Xiaofeng Wu (Cina) e Katerina Zaitseva (Russia-Usa).

Il Premio pianistico internazionale “Scriabin” è promosso e organizzato dall’associazione musicale Scriabin con Fondazione Grosseto Cultura e il Comune di Grosseto, con il sostegno di Rotary Club, Fondazione rotariana “Carlo Berliri Zoppi”, Solbat, agenzia Generali di Maurizio Marraccini e Fazioli, il contributo di Fondazione Cassa di risparmio di Firenze, Banca Tema, Banca Mediolanum di Grosseto, ristorante Gli attortellati, Mario Gennari Bricolarge, Hotel Granduca, Fondazione “Fiorilli” e Semar, e la collaborazione dell’Istituto musicale comunale “Palmiero Giannetti”, Orchestra sinfonica “Città di Grosseto” e Tv9.

Nella foto: il vincitore con Antonio Di Cristofano

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button