“Play Energy”: gli studenti dell’Istituto Leopoldo II di Lorena premiati da Enel

Si è svolta nell’auditorium dell’Istituto “Leopoldo II di Lorena” la cerimonia di consegna della menzione speciale “Play Energy”, il concorso ludico didattico che Enel dedica al mondo della scuola in Italia e nel mondo.

Gli studenti delle classi quinte indirizzo agrario sono stati premiati per l’idea progettuale “Conservazione sostenibile dei cereali”, sviluppato in collaborazione con l’azienda grossetana Eurosider.

Si tratta di un vero e proprio progetto sperimentale, sviluppato al Crisba, il Centro di ricerche scientifiche istituito nel 2010 all’interno dell’istituto scolastico: gli studenti, attraverso analisi di laboratorio e prove in campo, hanno sviluppato un innovativo progetto per la conservazione ecosostenibile delle derrate: utilizzo dell’atmosfera di azoto contro insetti infestanti e funghi micotossigeni dei cereali. L’Eurosider ha brevettato e fornito delle apparecchiature che producono e distribuiscono azoto ad alta purezza in minisilos per la conservazione dei cereali.

In sostanza, i test effettuati hanno confermato la validità del progetto: molti fattori, infatti, possono compromettere la qualità dei cereali in stoccaggio e questo nuovo brevetto, utilizzando alte concentrazioni di azoto nell’atmosfera di stoccaggio, determina la rapida mortalità degli insetti delle derrate evitando l’uso di disinfestanti chimici; contrasta lo sviluppo di funghi patogeni prevenendo anche il rischio di contaminazione da aflatossine; ha grandi potenzialità vista l’eco-compatibilità, i bassi costi di esercizio e la possibilità di applicazione su larga scala. Le sperimentazioni sono adesso alla fase finale, il progetto ha avuto anche diverse pubblicazioni scientifiche.

Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti il dirigente scolastico dell’Istituto Alfonso De Pietro; i professori Lorenzo Moncini, Maider Giorgini, Giulio Domenichini; l’amministratore delegato di Eurosider Ottavio Milli e la responsabile processi dell’azienda Stefania Toninelli; Riccardo Clementi delle relazioni con i media Toscana e Umbria di Enel e Claudia D’Angelo di “Scuola.net – La Fabbrica”, l’agenzia educativa che cura i contenuti del Play Energy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top