Costa d'argento

Porto Santo Stefano: mercoledì il disinnesco della bomba in località San Pietro. Le misure da seguire per l’evacuazione

Domani, si svolgeranno in località San Pietro, a Porto Santo Stefano, le operazione di disinnesco di un ordigno bellico della seconda guerra mondiale ritrovato lo scorso 3 aprile.

A questo proposito, su esecuzione di un’apposita ordinanza prefettizia, il Comune di Monte Argentario ha disposto le misure di sicurezza, a tutela della pubblica incolumità, da adottare durante le operazioni di bonifica della zona.

Ecco, nel dettaglio, le disposizioni previste dall’ordinanza:

l’evacuazione di tutte le persone da tutti gli edifici e le strade circostanti il luogo di rinvenimento dell’ordigno, in località San Pietro a Porto Santo Stefano, per un raggio di 500 metri.

L’evacuazione dovrà partire dalle 7.30 di domani e sarà segnalata mediante il suono di una sirena. Lo sgombero dovrà terminare entro le 8.30.

Dopo l’ulteriore suono di una sirena, a partire dalle  8.30, nessuna persona potrà accedere o circolare nella zona fino a conclusione delle operazioni di messa in sicurezza, ad eccezione delle forze di polizia, dei militari e degli addetti al soccorso ed alla protezione civile.

Il rientro nella zona non potrà avvenire prima del termine delle operazioni e sarà opportunamente comunicato alla cittadinanza tramite un avviso, presumibilmente entro le 13 dello stesso giorno;

la chiusura di tutte le attività commerciali, artigianali e professionali e dei pubblici esercizi che si trovano nella zona, fino alla conclusione delle operazioni;

il divieto di transito a tutti i veicoli e ai pedoni in via del Campone, nel tratto compreso fra il rimessaggio del Tirreno e l’incrocio in località Fondoni, nella strada vicinale dei Cannatelli e nella strada vicinale della Vacca, a partire dalle 8.30 e fino al termine delle operazioni di disinnesco dell’ordigno, eccetto per i veicoli ed il personale  delle forze dell’ordine, dei mezzi di soccorso, dei mezzi militari e della protezione civile.;

la disattivazione dell’energia elettrica dalle 8 alle 12, nell’area artigianale di via del Campone, a partire dal rimessaggio Mileo e fino alla località Fondoni, oltre che nei luoghi limitrofi a questa zona;

l’istituzione di un centro di raccolta ed assistenza delle persone evacuate al palazzetto dello sport comunale che si trova in località Pispino.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button