GrossetoPolitica

Verso le amministrative, nasce il polo liberale e riformista: “Contro ogni populismo”

Si sono riuniti i vertici locali di Azione, Italia Viva e Psi, che hanno concordato sulla necessità di attivare un percorso per la costituzione di un polo di ispirazione liberale e riformista, che possa presentarsi unito alle prossime elezioni amministrative per il Comune di Grosseto.

“Dall’incontro, è emersa una chiara volontà di collaborazione per un impegno amministrativo pragmatico e non solo ideologico, basato sulle competenze e la conoscenza dei problemi – si legge in una nota di Azione, Italia Viva e Psi -. Il dialogo si è aperto anche ad altre forze politiche, che hanno risposto positivamente all’appello e hanno espresso la volontà di prendere parte ai prossimi incontri”.

“Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ci indica la strada della serietà e della concretezza, condizioni quanto mai necessarie per il futuro del Paese. Condividendo questa impostazione abbiamo ritenuto doveroso che le forze politiche liberali e riformiste si coalizzassero in un percorso tanto ambizioso quanto necessario. In un momento in cui la fiducia nella scienza e nelle istituzioni si è resa ancora più cruciale, riteniamo non si debba perdere tempo con approcci populisti ricchi di propaganda, ma vuoti nelle idee, volti principalmente all’inseguimento del consenso popolare – termina il comunicato -. I cittadini che lavorano, producono e studiano hanno bisogno di una rappresentanza. Il nostro invito è adesso rivolto a loro, alle associazioni, alla cittadinanza e alle formazioni politiche che condividono questa impostazione. Aderiscano e contribuiscano alla formazione di programmi e all’espressione dei candidati. Da oggi ci siamo”.

Continua a leggere

Un commento

  1. C’e’ un problema a Grosseto grosso come un vulcano in attivita’ che viene sistematicamente sottaciuto nelle varie campagne elettorali amministrative dell’ultimo decennio per evidente timore di perdita preliminare di consenso ed e’ quello dell’effettivo stato delle cose in tema di sicurezza anti esondazione alluvionale del nostro famigerato fiume Ombrone che storicamente, periodicamente e del tutto imprevedibilmente mette in ginocchio territorio e popolazione comunale con le sue invasioni fangose disastrose come quella del 4 novembre del ’66. Mai una volta che i maggiori soggetti tecno-politici-istituzionali locali responsabili sia a livello comunale che regionale facciano specie in campagna elettorale il minimo cenno pubblico su suddetto “status quo” che pure e’ di enorme interesse per tutta la nostra Comunita’. Chissa’ se questa iniziativa di “Azione per Grosseto” decida finalmentedi provvedere al più presto a questa abnorme anomalia comunicativa sociale e politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button