Costa d'argentoCronaca

Turisti distratti dimenticano lo zaino nel minibus: la Stradale rintraccia il veicolo

“Esserci sempre” è il motto che accompagna l’azione delle donne e degli uomini della Polizia di Stato e così, ieri mattina, una pattuglia della Polizia Stradale di Orbetello, durante il quotidiano pattugliamento dell’Aurelia, è stata avvicinata da un gruppo di turisti evidentemente agitati.

Erano da poco scesi dal bus navetta che serve la costa maremmana, dalla zona dei campeggi della Giannella a Orbetello verso i vari approdi, le calette, le spiagge fino all’imbarco ai traghetti diretti verso l’isola del Giglio e si erano accorti di non avere più il loro zaino.

Il primo pensiero è andato a quel minibus che li aveva accompagnati fino a lì, ma non sapevano proprio come contattare il conducente, né quale fosse la società a gestire il servizio.

I poliziotti, per fortuna non impegnati in altri interventi, hanno raggiunto il piccolo pullman a Cala Lunga di Porto Ercole e, ancora custodito nel vano portaoggetti situato sopra la testa dei passeggeri, hanno ritrovato l’agognato zaino rosa, con, dentro, tutto il suo contenuto: dai  soldi, ai documenti, ai telefoni cellulari.

Ferie salvate, quindi, per quei distratti turisti, i quali, dopo aver verificato che niente mancava, hanno ringraziato gli agenti per esserci stati anche questa volta e hanno ripreso la loro vacanza.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button