AttualitàGrosseto

Pizza a domicilio? Nell’era di Internet si ordina con un click

Voglia di pizza? Basta andare su Internet o sul proprio smartphone, scegliere dal menù con un semplice click, ed il gioco è fatto! La pizzeria Kilusa, in viale Ombrone 28 a Grosseto, da questa settimana ha avviato la sua “rivoluzione tecnologica” a disposizione dei cittadini.

L’esercizio gestito da un’imprenditrice, Monica Bocchi, è infatti il primo nella provincia di Grosseto ad essere stato inserito nel vastissimo elenco internazionale, parliamo di circa 38.000 attività di ristorazione, proposte da “Just Eat“, considerato uno dei giganti del takeaway on-line.

La App

In pratica, basta connettersi con l’apposita App gratuita (disponibile per i-Pad, i-Phone e dispositivi Android), oppure andare sul sito internet di “Just Eat”, ed inserire l’indirizzo al quale si vuole far recapitare le pietanze acquistate.

Il secondo step è la scelta del ristorante, quindi sarà visualizzato il menù completo, dopo di che si potrà effettuare l’ordine a domicilio, previa registrazione dei propri dati. Il pagamento potrà essere effettuato on line oppure in contanti, direttamente alla consegna.

Kilusa offre così via Internet tutta la vasta gamma delle sue pizze e schiacce al piatto e al taglio, realizzate rigorosamente rispettando come minimo le 36 ore di lievitazione, dalla margherita alla quattro formaggi, su base “normale”, ma anche integrale o con farina di mais. Così come crepes dolci e salate e l’altra specialità della casa: la polenta. Tramite la stessa modalità si possono acquistare anche le bibite.

L’ordine minimo è fissato ad 8 euro, la consegna a domicilio viene effettuata in tutta la città (esclusa la zona a traffico limitato del centro storico) ed il listino dei prezzi on line è esattamente lo stesso che si trova in pizzeria. Ovviamente, se si hanno intolleranze alimentari, come ben specificato, è bene prima contattare telefonicamente la pizzeria.

L’idea è nata per caso, ascoltando due giovani di Pisa – spiega Monica Bocchi – che abitualmente usano Internet per ordinare il pranzo. Così ci siamo attivati, ed abbiamo trovato questa opportunità. Siamo convinti che il futuro passi da questi strumenti”.

Ascom Confcommercio Grosseto non può che essere al fianco degli associati che si impegnano nel trovare delle soluzioni nuove di business.

Le nuove tecnologie possono sicuramente essere di aiuto alle nostre imprese – commentano il direttore ed il presidente di Ascom Paolo Coli e Carla Palmieri . Non sostituiscono la vetrina o il negozio, né incidono quanto la qualità, ma possono essere un vero valore aggiunto. In particolare i nostri studi a livello nazionale ci confermano che il mercato dell’e-commerce non sente la crisi e continua a crescere in doppia cifra avvantaggiando gli imprenditori che se ne avvalgono, ora che siamo oramai ‘nell’era di Internet’. Così come si prospetta che lo stesso utilizzo dello smartphone per gli acquisti potrà modificare la modalità di interazione tra negozio e i potenziali clienti, essendo uno dei pochi oggetti che abbiamo sempre con noi”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button