Home Colline del Fiora Manciano Città del formaggio: l’Onaf consegna la targa al Comune

Manciano Città del formaggio: l’Onaf consegna la targa al Comune

Manciano è stato individuato dall'Onaf come unico Comune in Toscana culturalmente ed economicamente sede di produzioni casearie

di Redazione
0 commento 49 views

Manciano (Grosseto). Questa mattina, giovedì 8 dicembre, nella sala del Consiglio comunale di Manciano si è tenuta la cerimonia di consegna della targa “Manciano città del formaggio” da parte dell’Organizzazione nazionale assaggiatori formaggi Onaf.

Manciano è stato individuato dall’Onaf come unico Comune in Toscana culturalmente ed economicamente sede di produzioni casearie e di eventi promozionali per il settore, identitari nel contesto sociale. La delegazione Onaf Siena-Arezzo, presieduta da Andrea Maggi ha proposto Manciano al Consiglio direttivo nazionale per l’attribuzione del titolo “Città del Formaggio” per il 2023-2024.

“Siamo onorati per questo titolo – ha spiegato il sindaco di Manciano Mirco Morini – e Manciano, che attualmente è l’unico Comune toscano ad aver ricevuto la targa, si impegnerà a organizzare nell’anno di nomina e poi con continuità negli anni successivi eventi aperti al pubblico, legati ai formaggi”.

“Ringraziamo l’Onaf – ha affermato l’assessore al turismo Andrea Caccialupi – che ha creduto nella nostra realtà territoriale e che ha realizzato un pannello segnaletico turistico per esterni per identificare il nostro borgo con il formaggio e con le realtà produttive del territorio”.

“Manciano è il comune della Toscana con il più alto numero di ovini allevati – ha spiegato il delegato Onaf Siena-Arezzo Andrea Magi , anche e soprattutto grazie alla presenza del Caseificio Sociale di Manciano, che raggruppa 220 allevatori soci e che da oltre 60 anni svolge la propria attività. Inoltre, nella frazione di Saturnia viene svolta una volta all’anno la Sagra del formaggio. Nei trattati di agricoltura di Ignazio Malenotti vengono indicate le qualità di alcune specie vegetali del territorio di Manciano, particolarmente adatte all’alimentazione degli ovini da latte che rendevano unico il cosiddetto cacio ottenuto. Questo territorio è anche meta delle greggi che transumavano dall’appennino toscano sino alla Maremma”. 

“L’amministrazione – ha specificato il presidente del Caseificio sociale di Manciano Carlo Santarelli -, in collaborazione con il caseificio, al fine di promuovere e valorizzare il territorio attraverso i prodotti locali, ha aderito a una iniziativa che ha previsto la consegna a ogni ristoratore di un pacco contenente diverse qualità di formaggi prodotti dal caseificio per essere offerti gratuitamente come degustazione ai clienti nel weekend 8-9-10 dicembre”.

“Siamo certi – ha concluso Caccialupi che così facendo riusciremo a dare quel giusto valore all’iniziativa, raggiungendo puntualmente e direttamente il turista che gravita nel nostro territorio”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy