Colline del FioraCultura & Spettacoli

“Criticità e alternative”: torna il Festival internazionale della letteratura resistente

Dal 18 al 22 agosto a Pitigliano, nell'area denominata "Macerie"

Dedicato ai librai indipendenti di strada, ai lettori, ai libri e agli scrittori di qualità, il ventesimo Festival internazionale della letteratura resistente si svolgerà a Pitigliano, dal 18 al 22 agosto, in pieno centro storico, nell’area denominata “Macerie”, in via Zuccarelli.

Il Festival, con la curatela artistica di Marcello Baraghini e Puca Jeronimo Rojas Beccaglia, si propone, come tutti i precedenti, di esprimere contenuti senza sconti e accomodamenti nei confronti degli intellettuali da televisione e del mondo editoriale e culturale “ufficiale”, ormai in totale deriva consumista e, allo stesso tempo, di proporre alternative reali a tutto campo.

Il programma lo esplicita: da mattina a sera nello spazio delle “Macerie” e nella libreria Strade Bianche, sempre in via Zuccarelli, scrittori, non quelli delle classifiche e dei premi, giovani performer e musicisti, anche prestigiosi, come Luigi Cinque e Filippo Gatti, si alterneranno a laboratori per bambine e bambini dai 2 anni in su. A contorno la mostra fotografica a cura di Carlino “Pitigliano, la piazza e le sue fontane”, sempre nello spazio delle “Macerie”, e la mostra delle installazioni in feltro di Agnes Eszenyi “Segni e simboli”, nei suggestivi locali sotterranei dell’associazione Strade Bianche.

“Un’edizione speciale non solo perché ricorre il ventennale del festival, ma anche perché siamo riusciti ad imbastire una ricca offerta culturale che ambisce a coinvolgere un pubblico eterogeneo – spiega Puca Jeronimo Rojas Beccaglia, codirettore artistico del ventesimo Festival della letteratura resistente -. Le Macerie, luogo che contribuisce a formare l’identità della comunità pitiglianese e che rappresenta un pezzo importante della propria memoria condivisa, si presta ad essere ‘ripensata’ e restituita alla comunità in termini di incubatore e laboratorio culturale. Una location perfetta anche perché contigua alla storica libreria Strade Bianche”.

Da sempre il festival coltiva un’idea di letteratura che resiste ad ogni strumentalizzazione o discriminazione – prosegue Puca Jeronimo Rojas Beccaglia -. Anche per questo motivo gli eventi sono gratuiti e le quote per partecipare ai laboratori (per bambini di ogni età) sono a prezzi decisamente accessibili. Per questa speciale edizione avremo librai ed editori, scrittori e lettori, musicisti e performer, mostre e laboratori. Insomma, 5 giorni di eventi, concerti, presentazioni di libri, performance, laboratori e un mercatino del libro usato”.

Il programma del Festival

Informazioni e prenotazioni: Daniela, cell. 328.4111682, o libreria Strade Bianche, tel. 0564.615317.

Mercoledì 18 agosto, ore 11 – A Le Macerie “Libri in piazza”

Apertura dei banchi di libri e inaugurazione della mostra fotografica “Pitigliano: la piazza e le sue fontane”, con le foto scattate, ritrovate e restaurate da Carlino.

Ore 21 – A Le Macerie

Emilio Celata, Claudio Scaia e Marcello Baraghini presentano il libro “Sei tu, stupida? – Ultime parole ed epitaffi famosi”, con le musiche di Corrado Re.

Giovedì 19 agosto, ore 18.00 – A Le Macerie

Cesare Moroni, fotografo ed editore, con Carlo Rosati e Sandro Lusini, terrà l’incontro “Dal libro al viaggio”.

Ore 21 – A Le Macerie

Proiezione dei documentari “Latinoamericana” e “Gli Etruschi”, con Cesare Moroni, Carlo Rosati e Sandro Lusini.

Venerdì 20 agosto, ore 18.00 – A Le Macerie

Massimo Sozzi, Antonella Cocolli, Pier Nello Martelli, Katia Taddei ed Ettore Chirici presentano il libro “Camicia Rossa. Vita del Comandante partigiano Mario Chirici”.

Ore 21 – A Le Macerie

“Folkpanda – Officina cantautori”. Rassegna musicale a cura di Puca Jeronimo Rojas Beccaglia e Corrado Re

Sabato 21 agosto, ore 9.30 – Via cava Fratenuti di Pitigliano – Ponte sulla Lente

“Chiamata aperta – Le vie cave di Giovanni”. Voce narrante: David De Carolis. Musiche: Andrea Rocchi

Ore 11 – Libreria Strade Bianche (Via Zuccarelli, 25)

Inaugurazione della mostra di installazioni in feltro “Segni e simboli”, di Agnes Eszenyi

Ore 18 – A Le Macerie

Presentazione del libro “Apache l’etrusco – Vita e visioni di Giovanni Feo”, con l’autore David De Carolis, Sandro Pravisani,  Alessandro e Massimo De Feo e con Marcello Baraghini.

Ore 21 – A Le Macerie

Arianna Gaudio presenta Marcello Baraghini, che introduce il libro “La scoria infinita – Luoghi comuni”, di Arianna Gaudio. A seguire letture con accompagnamento musicale di Filippo Gatti e Puca Jeronimo Rojas Beccaglia

Domenica 2 agosto, ore 11 – Libreria Strade Bianche (Via Zuccarelli, 25)

“Verso Oriente”. Marcello Baraghini presenta Niccolò Rinaldi, autore del libro “Tappeti volanti per andare e tornare – Cinque storie fiorentine in Afghanistan”, e Serena Luciani, autrice del libro “Viaggiare da fermi ai tempi del Covid”.

Ore 21 – A Le Macerie

“In Konzert” – Evento speciale – Luigi Cinque (voce, soprano sax, live electronics, tastiere), Marcello Baraghini (voce), le frasi e le singole parole sulle maglie di Strade Bianche recitate, lette e cantate in un concerto Rock/Jazz per “Maglie della salute mentale”.

Programma dei laboratori per bambine e bambini

Mercoledì 18 agosto, dalle 16

“Il gioco del mondo”. Per bambine e bambini dai due anni d’età. “Il gioco del mondo” fu ideato nel 1939 dalla pediatra inglese Margaret Lowenfeld.

Il bambino, giocando in una grande scatola contenente sabbia con personaggi e oggetti variegati, costruisce scenari creativi e fantastici dando espressione al proprio mondo.

La condivisione del gioco con i coetanei consente, al bambino e alla bambina, scambi interattivi di confronto e di dialogo per passare un tempo qualitativo divertendosi insieme.

Quota di partecipazione: 5 euro.

Giovedì 19 agosto, dalle 9 alle 18, e venerdì 20 agosto, dalle 9

“Fotografie sulle vie degli Etruschi”, per bambini e bambine dagli otto anni d’età.

L’imperfezione di una fotografia realizzata con una scatola di cartone offre al fotografo la possibilità di immaginare oltre il visibile; di saper aspettare prima che il segreto venga svelato; di costruire la realtà attraverso il trascorrere del tempo, e con uno sguardo personale sul mondo. Il laboratorio si articola in diverse fasi: costruzione della camera; osservazione e scatto; sviluppo dell’immagine latente; realizzazione del racconto. L’obiettivo è quello di raccontare il paesaggio attraverso una serie di fotografie scattate con il foro stenopeico.

I partecipanti entreranno in camera oscura per dar luce al negativo fotografico. Alla fine i bambini torneranno a casa con la loro storia e, se vorranno, anche con la tua camera. Saranno fatte le foto durante un trekking per le vie cave di Pitigliano, che raccontano la storia del Vulcano Vulsino e degli Etruschi che lo abitarono. Guidati da una geologa sarà possibile osservare le rocce e i terreni affioranti, utilizzare gli attrezzi del mestiere per comprendere il vulcano “sporcandosi le mani”. Quota di partecipazione: 30 euro per 2 giorni.

Venerdì 20 agosto, dalle 16, e sabato 21 agosto, dalle 16

“Magie di carta”. “Dal letame nascono i fior”. Per bambine e bambini e per adulti di tutte le età. Nel laboratorio si useranno esclusivamente materiali riciclati: carte di ogni tipo, cartone, e cartoncino, per costruire magie di carta e cartapesta.  Quota di partecipazione: 5 euro

Domenica 22 agosto, dalle 10 (Seminario), e dalle 17.30 (festa)

“Giocoloco”- Laboratorio intensivo di giocoleria per ragazzi di ogni età (dai 7 ai 97 anni). Verranno insegnati i rudimenti della giocoleria e sarà realizzata una piccola coreografia per festeggiare la fine del festival domenica pomeriggio. Quota di partecipazione: 10  euro  set composto da diablo, bacchette in legno e tris di palline a 10 euro.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button