Pubblicato il: 9 Febbraio 2015 alle 19:07

CronacaGrossetoIn evidenza

Picchia la moglie e minaccia di tagliare la gola ai poliziotti: arrestato

Ormai da tempo tornava a casa ubriaco e picchiava la moglie: un dramma familiare che ha visto come protagonista una coppia di coniugi marocchini e al quale solamente l’intervento della Polizia ha permesso di porre fine, liberando la donna da un vero e proprio incubo.

A fine gennaio, a tarda notte era arrivata una chiamata alla sala operativa della Questura, che segnalava una violenta lite familiare scoppiata in una casa del centro di Grosseto.

Gli agenti si sono precipitati verso l’abitazione e si sono trovati di fronte un uomo, il fratello della donna vittima di violenza, che ha raccontato come il cognato, pesantemente ubriaco a causa di un continuo consumo di alcolici, stesse picchiando con violenza la moglie e stesse distruggendo i mobili della casa.

Terrorizzata, la vittima aveva quindi chiesto aiuto al fratello.

L’arresto

I poliziotti sono entrati subito nella casa e, superati i vetri rotti sul pavimento ed aggirati alcuni sopramobili infranti, hanno raggiunto il marito che, nonostante li avesse visti, ha provato ad andarsene come se niente fosse.

L’uomo è stato fermato ed identificato: si trattava di un marocchino di 45 anni che, in evidente stato confusionale dovuto all’abuso di alcol, ha iniziato ad inveire contro i poliziotti, urlando frasi in arabo con atteggiamento aggressivo e prepotente, mimando il gesto del taglio della gola, cercando anche di divincolarsi con forza per sfuggire alla presa degli agenti.

Seppure a fatica, i poliziotti sono riusciti ad immobilizzare il nordafricano e a caricarlo in auto per portarlo in Questura.

Quindi, gli agenti hanno identificato la moglie: una marocchina di 50 anni.

Le violenze subite

A quel punto, la donna ha raccontato tutte le sofferenze patite nell’ultimo periodo.

Spesso, il marito rientrava a casa ubriaco e la picchiava. Quella sera, lei lo ha implorato di calmarsi e di andare a dormire, ma di fronte a questa richiesta il 45enne è andato su tutte le furie e l’ha colpita al volto; quindi, ha iniziato a spaccare tutto ciò che gli capitava sotto mano.

Terrorizzata, la donna ha infine chiesto aiuto al fratello.

Sul posto, è arrivata anche un’ambulanza del 118, che ha trasportato la vittima delle violenze al Pronto soccorso per accertamenti.

Per quanto riguarda il marito, dopo gli accertamenti di rito condotti in Questura, è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Nei giorni successivi, l’arresto è stato convalidato per entrambi i reati e per l’uomo è stata disposta dal Gip del Tribunale di Grosseto la custodia cautelare in carcere.

Tag
Mostra di più

Un commento

  1. Finalmente un giudice con le palle , al contrario di quello di Padova che rimette in libertà un libico che nell’aggressione contro due carabinieri li aveva presi pure a coltellate… Ogni tanto qualche giudice sano e onesto esiste ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su