GrossetoNotizie dagli Enti

Partecipazioni pubbliche del Comune: approvato il nuovo Piano di razionalizzazione

Oggi il Consiglio comunale di Grosseto ha approvato il Piano di razionalizzazione periodica delle partecipazioni societarie e la sua attuazione.

“Il regolamento comunale, approvato nel febbraio scorso, ha consentito di avere maggiore contatto con le società nelle quali il Comune detiene una partecipazione – dichiarano il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, e il vicesindaco e assessore alle partecipate, Fabrizio Rossi -. Analisi e uno studio sulle performance delle partecipate sono stati fondamentali per valutare l’efficienza, l’economicità e, infine, le eventuali correzioni. Sono da tempo previste dismissioni delle partecipazioni non ritenute più strategiche o previste dal testo unico delle società partecipate. Le società partecipate dall’amministrazione comunale godono in generale di buona salute e di performance economiche soddisfacenti. Se Rama sta uscendo brillantemente da un periodo difficile tornando ad avere utili di esercizio, GrossetoFiere ha previsto un intervento di razionalizzazione al fine di uscire da una crisi di settore non facile. Al momento opportuno sarà indetta un’assemblea dei soci che indichi gli obiettivi strategici alla società, come l’implementazione di nuove attività per turismo lento, e-bike nella fiera Game fair e agricoltura 4.0 alla fiera del Madonnino, iniziative di promozione del territorio, presentazione di una relazione sulla programmazione relativa alla nuova mission ed alle azioni messe in campo con un cronoprogramma, l’invio di un’informativa sulla situazione finanziaria ed un programma di investimenti e disinvestimenti, contenimento dei costi di funzionamento e riduzione del numero dei componenti degli organi sociali laddove possibile. Verranno invece estinte le partecipazioni di Marina di San Rocco s.p.a, di Grosseto Sviluppo s.p.a. e di Coseca s.r.l”.

“Questo è il primo anno in cui, oltre ad approvare un nuovo Piano di razionalizzazione delle partecipazioni societarie, è stato sviluppato anche un nuovo regolamento che possa analizzare più dettagliatamente gli indicatori che abbiamo richiesto alle società – spiegano Vivarelli Colonna e Rossi -. Si è trattato di un lavoro sviluppato nel corso dell’anno che più volte è stato esaminato e verificato dal Consiglio. Durante le riunioni periodiche con il Comitato di controllo abbiamo raccolto la documentazione necessaria e l’abbiamo sottoposta ad una sorta di ‘stress-test’ per verificare il buon andamento delle nostre partecipazioni societarie, valutandone così obiettivi e piani economici e finanziari. Non è stato fatto soltanto un controllo strategico, ma anche un piano di indirizzo e di previsione soprattutto per quelle società che necessitano più di altre di un piano di razionalizzazione“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button