AttualitàGrosseto

Più sicurezza in mare e sulla spiaggia: ecco il Piano collettivo di salvataggio

Al via da oggi il servizio di assistenza bagnanti a Marina, Principina a Mare e Marina di Alberese

Al via da oggi e fino al 15 settembre il Piano collettivo di salvataggio 2021, che prevede 39 torrette posizionate sulla spiaggia tra Marina di Grosseto, Principina a Mare e Marina di Alberese con servizio di assistenza dalle 9 alle 19.

Quest’anno, inoltre, viene aggiunta un’ulteriore torretta nell’area di Fiumara, non di proprietà comunale, grazie all’accordo tra l’associazione Balneari Grosseto e il concessionario demaniale marittimo La mia Fiumara. Delle 39 torrette comunali, 5 sono gestite direttamente dalla società affidataria della gara Grosseto sport insieme. Al momento 2 torrette sono prive di assistenza a causa della carenza di personale, un problema a livello nazionale che riguarda anche altri Comuni costieri, ma l’amministrazione è al lavoro per risolverlo il prima possibile.

A occuparsi di gestire il Piano è l’associazione Balneari Grosseto, con la collaborazione dei concessionari demaniali marittimi, dell’Ente Parco della Maremma, dell’Autorità marittima e dell’Ufficio circondariale marittimo di Porto Santo Stefano tramite la Delegazione di spiaggia di Marina di Grosseto. L’associazione Balneari, in più, ha realizzato e messo in opera parte della nuova cartellonistica di segnalazione e di informazioni agli utenti.

Ogni postazione è dotata di binocolo, megafono, pinne, bandiere gialle e rosse da issarsi all’occorrenza, pannello con gli orari di balneazione e avvisi ai bagnanti, copia dell’ordinanza di sicurezza, schede di rilevazione degli incidenti in mare e sull’arenile, cavo di salvataggio, natante, salvagente, materiale di primo soccorso.

Confermato anche per quest’anno l’allestimento del punto di primo soccorso in piazzale Tirreno a Principina a Mare, grazie all’affidamento del servizio al comitato della Croce Rossa, con un container dotato delle attrezzature necessarie, tra cui un defibrillatore semiautomatico.

Il settore Polizia Municipale e sicurezza dell’Ente organizzerà turni di vigilanza lungo la spiaggia. Il servizio di controllo è finalizzato a prevenire comportamenti illeciti o pericolosi, al mantenimento del rispetto delle disposizioni contenute nelle ordinanze e nei regolamenti, con particolare riferimento alla modalità di permanenza in spiaggia e in acqua, all’accesso ai cani accompagnati dal proprietario e all’area destinata ai cani, alla tutela dell’ambiente e all’esercizio dell’attività di commercio itinerante.

Il Piano di salvataggio – commenta il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna – è uno strumento fondamentale per organizzare un programma organico per la vigilanza e la sicurezza in spiaggia e per il corretto utilizzo dell’arenile, in considerazione del consistente flusso turistico sulla nostra costa. Puntiamo a garantire qualità dei servizi e salvaguardia dell’ambiente, come del resto è testimoniato dal riconoscimento della Bandiera Blu da parte della Fee. Il Piano collettivo di salvataggio è uno dei punti di forza della nostra offerta turistica, grazie anche alla sinergia con altri soggetti pubblici e privati, volta a garantire massima sicurezza per cittadini e turisti e a valorizzare l’immagine del nostro territorio, con la conseguente ricaduta positiva su vari settori dell’economia locale. Ringraziamo l’associazione Balneari Grosseto per l’impegno e la collaborazione e tutti coloro che anche quest’anno ci consentono di garantire questo importante servizio”.

“Ringrazio il Comune, la delegazione di spiaggia di Marina di Grosseto e gli stabilimenti balneari per questo Piano di salvataggio – aggiunge Simone Guerrini, presidente dell’associazione Balneari di Grosseto -. Ci auguriamo che sia un’estate positiva, con pochi interventi. Noi ce la metteremo tutta per offrire ai clienti degli stabilimenti balneari un servizio sempre migliore”.

Già lo scorso dicembre abbiamo svolto riunioni con gli stabilimenti balneari per migliorare il Piano di salvataggio – sottolinea il primo Maresciallo Giuseppe Romiti, della Guardia Costiera di Marina di Grosseto –. Quest’estate, abbiamo semplificato le indicazioni dei numeri sulle torrette, sistemandoli anche sul tetto, in modo da permettere ai mezzi di soccorso di intervenire in modo più preciso e rapido in caso di necessità. Ci sono state difficoltà a reperire bagnini, come del resto in altre parti d’Italia, ma contiamo di colmare questa lacuna il prima possibile“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button